Sottoscritto accordo tra Cremona e Goryeong-gun (Corea): un fruttuoso rapporto culturale ed economico e per la pace

Questa mattina abbiamo firmato con il Governatore di Goryeong–Gun (Repubblica di Corea) Yong Hwan Kwak una lettera di Intenti (MOU – Memorandum of Understanding) relativa allo Scambio Culturale ed Economico tra Cremona (Italia) e Goryeong-gun (Corea).

Questo incontro per Cremona rappresenta un’occasione unica per riuscire ad aprire la nostra città e a metterla in relazione al mondo. Ecco quattro prospettive che possono dare concretezza all’accordo che abbiamo firmato: un corso di laurea in restauro, Cremona come centro accogliente per giovani che vogliono formarsi alla musica, un canale di commercio e di impresa nell’ambito dell’agroalimentare e della zootecnia e Expo 2015 con la nostra città come terra capace di ospitare persone che da altri paesi potranno venire per visitare la nostra terra e poi andare all’Esposizione Universale.

Perché le parole che si dicono diventino sostanza di accordi, di relazioni tra di noi culturali, turistiche e commerciali. Intorno ai nostri strumenti che rappresentano la nostra storia nasca davvero e forte un rapporto tra le nostre due terre che negli anni a venire diventi fruttuoso per entrambi e anche per la pace in tutto il mondo.

La lettera di intenti 

Questa Lettera di Intenti firmata da Cremona (Italia) e da Goryeong-gun (Corea) si fonda sulla omogeneità storico-culturale delle due città e affonda le sue radici nel prin- cipio di comprensione e sostegno reciproco. Cremona (Italia) e Goryeong-gun (Corea) intendono stabilire una forte relazione di amicizia a favore della prosperità comune attraverso scambi culturali ed economici tra le parti.

1. Entrambe le parti partecipano attivamente ai rispettivi programmi di scambio culturale, tra cui fiere, concerti di strumenti a corda e festival.

2. Entrambe le parti convengono di rafforzare la cooperazione negli scambi culturali e si scambiano regolarmente informazioni riguardanti le reciproche attività culturali.

3. Entrambe le parti incoraggiano i propri gruppi locali e le proprie organizzazioni private a partecipare attivamente alle attività culturali della parte corrispondente.

4. Entrambe le parti si impegnano a partecipare attivamente alla promozione della coo- perazione economica, commerciale e tecnologica in virtù della omogeneità storico- culturale che le accomuna.

Sarà conservata una copia di questa lettera di intenti (MOU) in Italiano, Inglese e Coreano; il documento acquista efficacia dalla data della firma.

© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved