Exsportabile, il progetto per lo sport integrato: 40 squadre, 180 partite e 400 atleti coinvolti

Gli sport proposti dalle associazioni partner spaziano dall’atletica leggera, al basket integrato o baskin, dalla pallavolo integrata al calcio a 5, al judo, alla pesca sportiva, all’equitazione.

Dal novembre 2014, Sostegno alle attività di circa 40 squadre di sport integrato sul territorio provinciale, più di 400 ore di allenamenti e circa 180 partite (oltre alle giornate dimostrative) con il coinvolgimento di più di 400 atleti. Questi i numeri del progetto Exsportabile che coinvolge 15 realtà delle province di Cremona e Mantova con il Comune di Cremona capofila, cofinanziato da Regione Lombardia sul bando Sport – Progetti speciali per la promozione della pratica sportiva.

L’obiettivo del progetto? Incrementare la partecipazione allo sport da parte dei giovani e delle persone con disabilità e sensibilizzare il mondo delle società sportive e la comunità locale rispetto alle necessità e potenzialità dei giovani disabili e al valore dello sport come attività inclusiva.

Un progetto importante che ci insegna a stupirci della ricchezza del nostro territorio nel raccontare il rapporto tra normalità e diversità, tra chi offre sostegno e chi ne ha bisogno. Ne siamo convinti: tutti, noi tutti abbiamo una disabilità, nessuno escluso. Perché ogni di noi ha bisogno dell’altro. La nostra città può essere portatrice di questa idea: nello sport integrato e inclusivo si racconta ciò che è vero dentro la società, ovvero che ognuno di noi è fragile e per vincere ha bisogno della squadra

Opera importante avvicinare giovani volontari alle realtà di sport integrato: palestra di società equa e giusta che parte dalle fragilità per riuscire ad esaltare il merito e costruire una giustizia dove ognuno dà il meglio di se. Gli sport proposti dalle associazioni partner spaziano dall’atletica leggera, al basket integrato o baskin, dalla pallavolo integrata al calcio a 5, al judo, alla pesca sportiva, all’equitazione.

Il 15 e 16 novembre 2014 è stato organizzato a Cremona il corso allenatori ed arbitri di baskin con la partecipazione di circa 60 persone provenienti da tutta Italia. Il 15 febbraio si è svolto il Baskin Day al Palazzetto dello Sport con la partecipazione di 12 squadre, di cui una al suo esordio, alla presenza di più di 500 persone. In questi mesi l’Associazione Baskin sta collaborando con alcune scuole primarie cittadine  per sperimentare la pratica di questo sport: attività che ha portato ad acquistare le attrezzature per allestire 3 nuove palestre.

Passi avanti anche nell’ambito della comunicazione. Per sostenere il principale obiettivo del progetto, allargare la partecipazione dei giovani e delle persone disabili allo sport integrato e inclusivo, è stato predisposto un opuscolo che verrà distribuito alle famiglie attraverso le scuole e i servizi comunali. È stata dedicata una pagina sul sito del Comune e sono stati attivati i canali social: Facebook e Twitter. Il progetto Exsportabile ha avuto spazio anche sulla Gazzetta dello Sport che ha pubblicato articolo e video sul Baskin day.

Per favorire l’incontro dei giovani con i loro coetanei disabili e di sensibilizzare il mondo della scuola, è iniziato a marzo un corso di formazione per giovani volontari, in collaborazione con il CISVOL e gli istituti Einaudi e Manin, rivolto a ragazzi delle scuole superiori disponibili a partecipare come tutor degli atleti disabili nelle varie associazioni.

Inoltre, insieme al CONI, ExSportAbile promuove un importante corso di aggiornamento per allenatori, tecnici ed educatori, dal titolo Disabilità, Autismi e Attività Sportiva (si vede il programma allegato).

Sempre sotto l’egida di ExSportAbile, in provincia di Mantova circa 2000 allievi delle scuole primarie verranno coinvolti, dall’ASD Beniamino in collaborazione con la Fondazione Exodus di don Antonio Mazzi, in incontri con campioni disabili per riflettere sulle opportunità offerte dallo sport e sulla possibilità di impegnarsi con passione e ottenere risultai, indipendentemente dalle condizioni di partenza.

Anche fuori dalla nostra provincia l’esperienza di ExSportAbile sta portando a nuovi sviluppi e nuove collaborazioni. Venerdì 10 e sabato 11 aprile il progetto sarà presentato nel corso di un seminario organizzato dall’Università di Milano – Bicocca sul tema “Sport inclusivo e società inclusiva”.

Il progetto è solo a metà del suo percorso e altre collaborazioni si svilupperanno nei prossimi mesi, soprattutto per quanto riguarda la promozione di giornate aperte presso le associazioni, così da favorire la partecipazione a questi incontri soprattutto di studenti e giovani, che avranno la possibilità di provare a cimentarsi nelle diverse discipline.

Le realtà coinvolte: Comune di Cremona (Assessorato allo Sport) come capofila), ASD Dis-Form, Associazione Baskin, CSI – Comitato di Cremona, ASD Canottieri Flora, ASD Canottieri Leonida Bissolati, ASD Kodokan, Atletica-mente AICS, Società Canottieri Baldesio, ASD Amici del Po, Associazione delle Canottieri, Istituto Istruzione Superiore “L. Einaudi”, ASD Motonautica Associazione Cremona, ASD Pepo Team Onlus, ASD Beniamino.

© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved