Verde, stiamo censendo gli alberi comunali. Così monitoriamo la salute delle piante e programmiamo interventi!

Stiamo ultimando il censimento del patrimonio arboreo comunale. Utilizziamo un apposito programma di gestione informatizzato.

Ad oggi il 70% del patrimonio arboreo comunale è già stato censito dal Servizio Progettazione Verde attraverso un apposito programma di gestione informatizzato. Si tratta oltre 13mila piante, un dato ragguardevole se si tiene conto che le essenze presenti in vie, parchi e giardini sono circa 20mila. L’attività del censimento è molto importante in quanto permette innanzitutto di stabilire con esattezza il numero delle piante di proprietà comunale, di tenerne monitorato lo stato di salute così da potere programmare interventi in base alle eventuali criticità individuate e prevenire possibili danni all’incolumità delle persone. Il censimento di un’area piantumata è il primo passo per poterne quantificare e qualificare le caratteristiche: diventa insomma la base per gestire problematiche legate alla sicurezza, alla progettazione ed alla gestione manutentiva e per determinare il valore finanziario del patrimonio arboreo.

Il lavoro compiuto dal Servizio Progettazione Verde consiste in tre operazioni fondamentali: la georefernziazione, per sapere esattamente dove è collocato l’albero; la misurazione, in modo da stabilirne l’età e, di conseguenza, gli eventuali interventi futuri; la valutazione, indispensabile per conoscere lo stato di conservazione e provvedere ad una corretta manutenzione. Con questo sistema i dati a disposizione, che consentono l’adeguata tutela del patrimonio arboreo, sono molti: essenza, tipologia (albero, ceppaia, difetti); diametro del fusto, altezza, filare. Inoltre si procede ad una prima valutazione dello stato fitopatologico dell’albero per escludere possibili problemi strutturali, utilizzando apposite attrezzature, che richiedano interventi urgenti di messa in sicurezza.

Come ha detto l’Assessore Alessia Manfredini, si tratta di un’attività fondamentale per la gestione ottimale del verde e del patrimonio arboreo prevista dalla legge nazionale n.10 del 2013 Norme per lo sviluppo degli spazi verdi”. L’utilizzo della tecnologia facilita i controlli e la possibilità di avere informazioni in tempo reale. Ad ogni albero viene attribuito un numero identificativo affisso mediante una targhetta, ad ogni numero, nel programma informatizzato, corrisponde una scheda dettagliata nella quale sono inseriti tutti i dati utili relativi alla pianta.

Nel frattempo proseguiamo l’accrescimento del patrimonio arboreo cittadino: negli ultimi due anni sono ben 618 le piante messe a dimora, alle quali si aggiungono le 558 piante (quasi un ettaro) del primo lotto del Bosco dei nuovi nati. Esiste inoltre un importante patrimonio rappresentato dalle aree boscate, dove sono presenti più di 50.000 alberi, su una superficie di circa 110 ettari.

550 piante al Bosco dei Nuovi Nati
© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved