Smog, domani siamo al tavolo regionale: servono misure coordinate e strutturali

Domani, insieme alla Dirigente all'Ambiente Mara Pesaro e al Comandante della Polizia Locale Pierluigi Sforza, sarò al tavolo convocato dalla Regione con i vertici di Anci Lombardia e con tutte le principali istituzioni per coordinare l'azione dei comuni lombardi sulle iniziative antismog e valutare il coinvolgimento delle altre Regioni della pianura padana.

Servono interventi strutturali per combattere lo smog. Servono incentivi per il trasporto pubblico, all’interno delle agenzie appena istituite, soprattutto trasporto ferroviario con l’eliminazione dei treni Diesel. Servono incentivi per innovazioni sulle caldaie in edifici pubblici e privati. Servono nuovi progetti a favore della mobilità dolce (biciclette e pedoni). Servono protocolli di intesa con più comuni su questi temi, per coordinare le azioni di lotta all’inquinamenti, anche azioni come quella di blocco del traffico. Noi come Comune di Cremona abbiamo lavorato insieme ai comuni intorno alla città e stiamo per sottoscrivere un documento d’intesa che prevede:

– aumento della percentuale di controllo sugli impianti termici nelle abitazioni

– controllo e censimento degli impianti a biomasse

– limitazioni del traffico concordate

– campagne di sensibilizzazione per corretti comportamenti individuali sui seguenti temi:

a) abbassamento del riscaldamento nelle abitazioni

b) risparmio energetico

c) utilizzo dei mezzi pubblici, soprattutto nei percorsi casa-scuola

d) utilizzo della bicicletta

e) accordo con le autoscuole per insegnare un corretto uso dell’auto ed un sistema di guida che minimizza le emissioni

f) non utilizzo di camini, barbecue, combustione non controllata”.

Intanto, nei giorni scorsi ho firmato un’ordinanza che prevede il blocco dei veicoli fino ai Diesel euro 3 (esclusi i veicoli adibiti al trasporto merci). Nei giorni 23 e 24 dicembre, sono stati 6 i posti di blocco della Polizia Locale nella zona ZPRU (zona di particolare rilevanza urbanistica): sono stati fermati 45 veicoli, nessun euro 1, 2, 3 Diesel e euro 0 benzina. Otto sanzioni sono state applicate per revisione non regolare o assicurazione scaduta.

Nell’ordinanza, ancora in vigore, oltre alle limitazioni al traffico, ci sono anche l’abbassamento della temperatura degli edifici a 19 gradi e l’obbligo per i negozi di azioni virtuose sul riscaldamento (tra cui l’obbligo della chiusura delle porte). Inoltre, nei giorni 22 e 23 dicembre, grazie ad un accordo con Km e Arriva, è stato consentito alla cittadinanza l’utilizzo gratuito degli autobus.

Nell’incontro in Regione verificheremo l’adozione di altre misure condivise e faremo pressione per interventi strutturali. Condivideremo le prossime mosse con i sindaci dei comuni cintura con cui stiamo per chiudere il protocollo d’intesa. Continua così l’azione determinata e di sinergia a favore dell’ambiente e della salute dei cittadini. Il prossimo bilancio ambientale del Comune di Cremona, preventivo 2016, dovrà contenere queste azioni e altre ancora che saranno monitorate e rafforzate

I dati delle centraline di Cremona sul sito di Arpa Lombardia (al 26 dicembre 2015): vai alla pagina
L’ordinanza firmata il 22 dicembre 2015
© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved