Scuole, monitoraggio e interventi (anche urgenti): così garantiamo la sicurezza dei nostri bambini

Il risultato del monitoraggio sui soffitti e sull'antisismica nelle strutture scolastiche di competenza del Comune, effettuato per la prima volta a tappeto, ha come parola chiave quella di garantire la sicurezza dei nostri bambini. Nella consapevolezza della situazione critica che abbiamo ereditato. E nell'orgoglio di aver preceduto il piano nazionale di diagnostica del Governo.

Il monitoraggio, avviato a tappeto dalla nostra Amministrazione e quasi ultimato, sui soffitti di tutti gli edifici scolastici appartenenti al patrimonio comunale ha permesso di programmare lavori di riqualificazione, di eseguire opere di messa in sicurezza e di intervenire per tempo in situazioni di emergenza. Questo è quanto avvenuto nel caso della scuola secondaria di primo grado “Anna Frank” di via Novati. Proprio grazie alle indagini diagnostiche specialistiche condotte con l’ausilio di una strumentazione sofisticata, sono infatti emerse criticità sui solai di almeno due terzi della struttura, che diversamente non sarebbe stato possibile accertare.

In sinergia con i tecnici, siamo intervenuti immediatamente dopo un sopralluogo compiuto dalla vice sindaco con delega all’Istruzione Maura Ruggeri, dall’assessore con delega al Patrimonio e al Piano Manutenzione Edifici Andrea Virgilio, da Ruggero Carletti, direttore del Settore Progettazione, Rigenerazione Urbana e Manutenzione, e da Silvia Toninelli, dirigente del Settore Politiche Educative del Comune. In sinergia con la dirigente scolastica Barbara Azzali, abbiamo deciso di spostare una parte degli allievi della scuola (sei classi) nella vicina ex sede dell’Enaip.

Gli studenti, da lunedì prossimo, potranno proseguire la loro attività didattica nel complesso messo a disposizione dalla Fondazione “Città di Cremona”, in via Giordano che necessita solo di qualche intervento di piccola manutenzione che sarà eseguito in questi giorni. E’ già in programma, per domani, un’assemblea con i genitori che verranno messi al corrente di quanto i tecnici hanno constatato e dei lavori che, nell’arco di un mese, saranno eseguiti per sistemare i solai.

Come hanno dichiarato in una conferenza stampa vice sindaco e assessore Virgilio, siamo consapevoli dei disagi che può determinare tale spostamento e ne siamo rammaricati. D’altra parte per noi la parola d’ordine è l’incolumità degli studenti, degli insegnanti e degli operatori scolastici. Questa approfondita indagine, che come Amministrazione abbiamo fortemente voluto in quanto la sicurezza degli edifici scolastici è una nostra priorità, ci ha permesso di svolgere un’attività di prevenzione fondamentale.

Sapevamo che un’indagine così approfondita, un lavoro straordinario, puntuale e competente, dopo anni di scarsa manutenzione ed incuria, poteva far emergere problemi significativi. Abbiamo scelto di conoscere e programmare tempestivamente le azioni di messa in sicurezza, di avere la situazione sotto controllo, com’è ora, per la prima volta, nelle 21 scuole monitorate nei mesi scorsi, e lo sarà a breve nelle 9 restanti, e di gestire collegialmente con i dirigenti scolastici e le famiglie, le operazioni conseguenti.

Come ha spiegato Ruggero Carletti, direttore del Settore Progettazione, Rigenerazione Urbana e Manutenzione, per garantire un adeguato standard di sicurezza ed evitare ogni tipo di distacco o sfondellamento, non è sufficiente un costante controllo visivo accompagnato da prove empiriche (saggi, battiture ecc), ma sono necessarie indagini diagnostiche specialistiche condotte anche con l’ausilio di strumentazioni adeguate.

Nell’ambito del progetto sull’edilizia scolastica nel 2015 abbiamo stanziato 250 mila euro per la messa in sicurezza dei soffitti di ben 20 edifici scolastici. Il tema dell’edilizia scolastica resta per noi la priorità e per tale motivo confermeremo gli investimenti nel prossimo bilancio di previsione e ci adopereremo con determinazione, come fatto anche fino ad ora, nell’intercettare bandi regionali e nazionali.

Alla Trento e Trieste lavori già realizzati
Interventi su scuole, palestre e strade: le priorità del 2016
© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved