Nel 2014 Aem aveva debiti complessivi verso terzi di 116milioni. Con una complessa operazione, siamo riusciti a rimettere i conti in ordine e a dare alla storica partecipata del Comune nuove prospettive. Da tre a una sola partecipata che è ora totalmente risanata: un’operazione strategica per il lavoro e per il risparmio. Ora Aem è tornata ad avere la gestione sostenibile e efficiente della sosta (non tutta), delle strade, della segnaletica e di altri servizi. E dal 2018 gestisce il Polo della Cremazione. Con ancora ulteriori prospettive di sviluppo…

Dato:

Da 100 milioni di debiti a 3, da 4milioni di interessi pagati all’anno con i soldi dei cittadini a 150 000 per nuovi investimenti

© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved