1. Una città internazionale

La nostra città può immaginare il suo sviluppo come terra vitale capace di proporre lavoro, generare cultura, attrarre persone e turisti. Ma, per farlo, deve imparare a pensarsi come città internazionale, inserita nei network globali del sapere, della cultura, del turismo, della produzione.

  •  La liuteria, la musica, l’agroalimentare, la zootecnia e l’Information Technology sono i nostri punti di forza. Alta formazione, ricerca, cultura, produzione artistica e artigianale, impresa sono le parole chiave intorno alle quali costruire un sistema coeso di sviluppo. Cremona è città universitaria: deve valorizzare la presenza di quattro Università per attirare studenti e giovani dall’Italia e dall’Europa.
    Una città internazionale è una città Smart city, capace di guardare ai problemi dell’oggi, immaginando la città nei prossimi anni, innescare il motore del cambiamento e dell’innovazione sociale, investire nella gestione intelligente dei sistemi urbani (illuminazione, acqua, trasporto), creare reali opportunità di efficientamento, di risparmio e di lavoro. Una città capace di innovare in tutti i settori, usando nuove tecnologie e coinvolgendo i cittadini, le realtà economiche e le associazioni in modo attivo e dinamico. E Cremona “Smart city” significa anche città in cui si incontrano culture diverse: città dell’intercultura e della convivenza di pace.
© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved