Piano Infanzia: rapporto scuole e quartieri al centro. Appuntamenti a Po e San Bernardo

Abbiamo pensato ad un nuovo Piano Infanzia principalmente fondato su un lavoro di comunità, per questo siamo ripartiti da un contesto più ristretto rispetto a quello cittadino e che ci consente un approccio più mirato.

Rapporti tra scuola e territorio al centro del nostro Piano Infanzia. Ci incontriamo con  bambini, genitori, cittadini e comitati di quartiere nelle due realtà dove i progetti previsti da questo percorso di lavoro hanno avuto una prima importante sperimentazione: il quartiere Po con le scuole  Agazzi, Martiri della Libertà e Monteverdi, e il quartiere San Bernardo con le scuole Gallina e Stradivari.

Come ha dichiarato la vice sindaco con delega all’Istruzione e alle Politiche Educative Maura Ruggeri, abbiamo pensato ad un nuovo Piano Infanzia principalmente fondato su un lavoro di comunità,  per questo siamo ripartiti da un contesto più ristretto rispetto a quello cittadino e che ci consentiva un approccio più mirato. Abbiamo pertanto individuato come  punto di riferimento il quartiere ed il rapporto tra questo contesto e la scuola.

Ci siamo chiesti come vivono oggi i bambini il loro quartiere, quali spazi frequentano, come si muovono, dove giocano, ci sono dei luoghi che ritengono insicuri, altri che preferiscono, ci sono reti informali che si occupano di loro, quali difficoltà incontrano? Come si configura il rapporto della scuola con il quartiere? La scuola è un luogo aperto anche oltre l’orario scolastico ad altre attività? Come possiamo attivare la comunità perché si prenda cura dei bambini e della scuola stessa presente sul territorio come bene comune? Partendo da queste domande abbiamo avviato percorsi di collaborazione scuola e quartiere con l’obiettivo di sollecitare le varie componenti del territorio ad essere parte attiva, insieme alle istituzioni, nel prendersi cura della crescita di bambini e ragazzi, intendendo i bambini come bene di tutti e responsabilità di tutti e  costruendo le condizioni per la riappropriazione da parte loro di luoghi e spazi per il gioco e per stare insieme.

Di tutto questo si parlerà nelle giornate di festa e d’incontro che vedono protagonisti i bambini e le scuole nei  quartieri Po e San Bernardo. Il primo appuntamento è giovedì 19 maggio, alle 18, alla scuola infanzia comunale “R. Agazzi”. Qui si terrà un momento di racconto e confronto istituzionale tra i protagonisti del percorso caratterizzato da laboratori con le scuole denominato “Attenti ai bambini. Lavori in corso nelle scuole del quartiere Po”, fortemente intrecciato con il progetto “Parco Sartori. Partecipare è sicurezza”.

Una narrazione congiunta dei diversi soggetti attivi nel processo di lavoro, che ha coinvolto genitori, bambini e insegnanti delle scuole infanzia comunali Agazzi, Martiri Libertà e primaria Monteverdi, commercianti, associazioni e Comitato di Quartiere. Sarà illustrato il lavoro svolto con le scuole sul tema infanzia e quartiere e verrà inoltre presentato il progetto di risistemazione del Parco Sartori, a cura dell’associazione dei giovani architetti di ARYA – Architects Young Association di Cremona, che ha visto il coinvolgimento del Settore Affari Sociali del Comune e del Comitato di Quartiere e mirato a migliorare la fruibilità di questa importante area verde. Ci saranno infine la presentazione e la consegna ai negozianti degli adesivi per i negozi “amici dei bambini”.

L’incontro è insomma l’occasione per presentare un percorso integrato tra  Welfare di comunità e Politiche Educative con le scuole e i soggetti del quartiere sui temi che riguardano la coesione sociale, l’attivazione della cittadinanza e l’attenzione all’infanzia come bene comune. Saranno presenti la vice sindaco con delega all’Istruzione Maura Ruggeri, Barbara Manfredini, assessore alla Rigenerazione Urbana, e Rosita Viola, assessore alla Trasparenza e alla Vivibilità Sociale.

Secondo appuntamento sabato 21 maggio, dalle 10 alle 18, nei parchi delle scuole Gallina Stradivari in via San Bernardo, con “Scuole e Quartiere 5 in festa”. Un momento di aggregazione e condivisione promosso e organizzato dalla scuola primaria Stradivari, dalla scuola per l’infanzia Gallina, dal Comitato genitori delle due scuole, dal Comitato di Quartiere e dal Settore Politiche Educative del Comune.

A Borgo Loreto e san Bernardo ci saranno giochi, animazioni e stand. Cuore dell’iniziativa i parchi delle scuole Gallina e Stradivari in via San Bernardo. Si inizia alle ore 10,00 nel giardino della scuola per l’infanzia Gallina con laboratori creativi per bambini fino ai sei anni denominato “Il giardino dei colori” a cura della cooperativa Il Cerchio. Sempre alle 10,00 nel parco della scuola primaria Stradivari “Una casa nel parco”, attività di laboratorio curate dalla classe 3AS dell’Istituto Einaudi. Alle 11,00 si prosegue con “Il giardino fiorito”, laboratorio di Legambiente. Alle 12,30 picnic libero nel parco seguito da “Sparecchiamo il parco: differenziamo i rifiuti dopo il picnic” con i volontari di Legambiente che daranno utili consigli su come differenziare in modo corretto le varie tipologie di rifiuto.  “Una strada animata” alle 14,30 coinvolge la via San Bernardo e il parco con performance animata a cura della classe 3BS dell’Istituto Einaudi in collaborazione con il Teatro itinerante, a seguire alle 15,00 “Giochi di una volta” proposto dal gruppo scout Agesci CR3 e Comitato genitori Gallina/Stradivari. Alle 16,30 si torna nel giardino della scuola per infanzia Gallina con “Storie con i baffi … storie narrate e storie animate” un laboratorio di narrazione orale e lettura ad alta voce di albi illustrati per tutti i bambini con Mariella Zeliani. Una “Sfilata di moda” di Immagine e Best Party alle 17,00  si svolgerà nel parco della scuola Stradivari. A seguire, alle 17,30, un momento musicale con i bambini delle due scuole. Per l’intero pomeriggio (dalle 14,30 alle 18,00) sulla via San Bernardo vi saranno degli stand espositivi e animazioni delle associazioni e dei negozi del quartiere, si potranno vedere dei materiali realizzati dalle scuole Gallina e Stradivari oltre che un “Spazio positivo” dedicato ai pensieri positivi. Ovviamente la partecipazione a tutte le iniziative è libera e gratuita. In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata a sabato 28 maggio.

© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved