Mappa delle scritte e interventi in sinergia con gli alpini: ripuliamo i muri dalle scritte

Un esempio bellissimo, che nasce da una idealità forte, di come insieme possiamo prenderci cura della città. A partire da una mappatura importante sul fenomeno delle scritte sui muri degli edifici cittadini.

Insieme all’Associazione Nazionale Alpini – sezione Cremona-Mantova per la tinteggiatura degli edifici pubblici imbrattati da scritte vandaliche. Abbiamo sottoscritto l’accordo di collaborazione con Giovanni Alchieri, presidente dell’Associazione. Insieme a me Barbara Manfredini che, nella veste di assessore alla Rigenerazione Urbana, ha coordinato l’intero percorso che ha portato alla collaborazione oggi formalizzata, Riccardo Zelioli e Claudio Minetti del Servizio Progettazione e Rigenerazione Urbana del Comune facente capo al Dirigente Ruggero Carletti. Era presente inoltre Carlo Fracassi, vice presidente dell’Associazione.

Questo è un accordo importante raggiunto grazie alla disponibilità dell’Associazione Nazionale Alpini, che ringraziamo pubblicamente, e al lavoro svolto dagli uffici del Settore Rigenerazione Urbana e dalla Polizia Locale. Grazie infatti al censimento, realizzato anche con la collaborazione dei lavoratori di pubblica utilità per i quali esiste un apposito accordo con il Tribunale, è stato possibile individuare quali sono gli edifici pubblici deturpati da scritte e programmare gli interventi. Il monitoraggio ha interessato 40 edifici del centro storico, di questi 25 risultano danneggiati da graffiti. Le superfici sono di tipo diverso, nella maggior parte si tratta di intonaco, quindi pietra naturale, legno e metallo. L’Associazione, attraverso i propri iscritti e volontari, si farà carico dell’esecuzione delle attività (quali, a titolo esemplificativo, tinteggiatura e opere di piccola manutenzione edile) per ripristinare le condizioni di decoro. Le tipologie di intervento verranno definite secondo intese tra l’Amministrazione e l’Associazione che agirà in collaborazione e sotto la supervisione degli uffici tecnici del Comune di Cremona, in particolare del Direttore del Settore Progettazione, Rigenerazione urbana e manutenzione Ruggero Carletti. Il Comune fornirà tutti i materiali e le attrezzature necessarie per l’esecuzione dei lavori. 

Inizieremo, in sinergia con gli alpini, dal complesso dell’ex ospedale e del Centro Culturale di S. Maria della Pietà. Nel frattempo proseguiamo il rilievo sugli ambiti esterni al centro storico: ad oggi sono 11 gli edifici pubblici rilevati e danneggiati da scritte.   

L’accordo con gli alpini si inserisce perfettamente nel contesto più generale sul quale stiamo lavorando: il Regolamento dei beni comuni. Molteplici sono le azioni che abbiamo messo in campo su questo fronte, penso ad esempio alle scuole e all’iniziativa progettuale #scuolabenecomune (IL PROGETTO). Desideriamo coinvolgere sempre di più i cittadini offrendo loro gli strumenti per una partecipazione attiva a favore di quei beni che sono patrimonio di tutta la comunità.

© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved