Città che si prende cura dell’ambiente e che lavora nell’ottica area vasta

L’idea centrale è quella di inserire per la prima volta il concetto di contabilità e rendicontazione ambientale attraverso il bilancio ambientale. La contabilità ambientale è un sistema che permette di rilevare, organizzare, gestire e comunicare informazioni e dati ambientali, espressi sia in termini fisici che monetari. La questione ambientale è un problema centrale per la nostra città, ma i problemi e i costi ambientali non traspaiono dai conti pubblici ancora formulati secondo criteri puramente amministrativi. Infatti, ogni Comune sa, anno per anno attraverso una completa documentazione, di quante entrate finanziarie può disporre e quanto può spendere per le esigenze della comunità; manca invece qualcosa di simile per “valori e ricchezze” dell’ambiente e del territorio che rappresentano altre importanti risorse da amministrare. Per andare verso la sostenibilità gli amministratori pubblici hanno quindi bisogno di nuovi e semplici strumenti idonei a rilevare, contabilizzare, gestire e comunicare i costi e i benefici ambientali delle proprie azioni. Il bilancio ambientale verrà redatto in due fasi, un bilancio preventivo e uno consuntivo e permetterà di rendicontare e monitorare le azioni svolte.

Dobbiamo promuovere una progettualità condivisa e diffusa che attrezzi il nostro territorio alle trasformazioni che crisi, globalizzazione e cambiamento ci aprono davanti. Il ruolo del comune capoluogo diventa pertanto centrale in una fase di profonda e necessaria trasformazione delle funzioni degli enti locali. Una prospettiva di area vasta deve dunque puntare sulla gestione integrata dei servizi pubblici locali e dei molteplici interventi di sviluppo, sull’efficienza territoriale in tema di mobilità, di contrasto al consumo di suolo, di localizzazione delle aree produttive e di benessere complessivo. La prospettiva deve essere quella di affermare un modello policentrico capace di valorizzare e tenere insieme le diverse identità, vocazioni e radici territoriali. Le nuove sfide che abbiamo davanti impongono a Cremona un totale cambio di atteggiamento. Assumersi la responsabilità del territorio e vivere la nuova stagione di riforme come stagione costituente capace di coinvolgere i territori e i loro cittadini nelle scelte strategiche di futuro.

Il nuovo assetto delle amministrazioni locali non può limitarsi ad interessare i Comuni in obbligo, ma deve coinvolgere in modo forte e proattivo anche i Comuni di maggiori dimensioni e soprattutto i comuni capoluogo che rappresentano le polarità intorno alle quali si svolgono le attività quotidiane e che quindi detengono in larga misura la responsabilità del governo delle stesse. La gestione associata delle funzioni fondamentali comunali fra amministrazioni, non deve essere una nuova scala di erogazione di servizi nella quale il Comune più strutturato si fa carico delle esigenze di quelli più piccoli ma, al contrario, un sistema sussidiario duraturo nel quale gli enti, che mantengono le loro prerogative istituzionali, si accordano per esercitare funzioni pubbliche delle quali possiedono la titolarità e la responsabilità.

Questa collaborazione potrebbe concretizzarsi nel breve periodo nella condivisione e programmazione e realizzazione di tutti i servizi di rete, nel medio periodo nella definizione di una vera e propria Pianificazione di Area Vasta.

GESTIONE ASSOCIATA DELLE FUNZIONI
Obiettivo
Favorire un collaborazione istituzionale con i comuni cintura
Macroazioni
Coinvolgimento dei Comuni di maggiori dimensioni e soprattutto i comuni capoluogo come polarità intorno alle quali si svolgono le attività quotidiane e che quindi detengono in larga misura la responsabilità del governo delle stesse. Cura e sostegno alle gestioni associate delle funzioni fondamentali comunali fra amministrazioni, come sistema sussidiario duraturo.
Condivisione e programmazione e realizzazione di tutti i servizi di rete, nel medio periodo nella definizione di una vera e propria Pianificazione di Area Vasta.
Deleghe e aree
Area sviluppo e lavoro e politiche di area vasta;
Area gestione territorio e comunità

PO E TERRITORIO
Obiettivo

Promuovere il Po e il suo territorio
Macroazioni
Costruire un contratto di fiume attraverso la condivisione di un percorso e di una progettualità con gli enti locali della nostra provincia e di altre realtà territoriali.
Messa a fuoco dei problemi strutturali connessi al fiume. Definizione di un progetto strategico. Investimento sulla ciclabilità sul Po, anche in relazione al raccordo con la città. Interventi di consolidamento spondale e sistemazioni paesaggistiche con l’obiettivo di valorizzare il fiume quale ecosistema potenziale e corridoio ecologico da custodire.
Valorizzazione del PLIS (Parco Locale di Interesse Sovracomunale). Attivazione di progetti a partire da EXPO.
Progetti didattici di sensibilizzazione e di informazione nelle scuole del territorio. Recupero delle tradizioni del territorio legate al fiume nei suoi vari aspetti sociali e culturali. Rilancio e valorizzazione delle aree cittadine correlate al fiume, con particolare attenzione al contesto delle Colonie Padane.
Coinvolgimento e valorizzazione delle diverse associazioni che a titolo gratuito esercitano una naturale funzione di presidio, di salvaguardia e di riqualificazione del fiume e del territorio circostante. Migliorare la fruibilità complessiva dell’area. Sostenere la navigazione turistica.
Deleghe e aree
Area sviluppo e lavoro e politiche di area vasta;
Area gestione territorio e comunità

CONSUMO DI SUOLO
Obiettivo
Contenere il consumo di suolo
Macroazioni
Realizzazione di un progetto urbano che vada nella direzione di consolidare l’attenzione alla valorizzazione delle aree urbane, migliorando la qualità dell’esistente, privilegiando la qualità ambientale e architettonica e concentrando l’attenzione sulle aree dismesse e sottoutilizzate.
Elaborazione della carta del consumo di suolo che evidenzierà le aree libere da edificazione all’interno del tessuto urbano consolidato, le aree dismesse e le aree degradate, inutilizzate, i lotti liberi programmati e non ancora attuati. Uno strumento che sarà aggiornato annualmente e pubblicato sul sito del comune. La limitazione di consumo del territorio va inoltre perseguita favorendo una sinergia con i comuni cintura.
Deleghe e aree
Area sviluppo e lavoro e politiche di area vasta;
Area gestione territorio e comunità

FABBRICA DEI MATERIALI
Obiettivo
Avviare la fabbrica dei materiali
Macroazioni
Recuperare i materiali e minimizzare la quantità da inviare a smaltimento indifferenziato.
Deleghe e aree
Area gestione territorio e comunità

INCENERITORE
Obiettivo
Avviare decommissiong inceneritore
Macroazioni
Il Comune sta dentro ad un percorso avviato da Regione Lombardia di decommissioning selettivo dell’inceneritore all’interno di uno specifico protocollo sottoscritto dal Comune di Cremona. In stretta collaborazione con il proprietario LGH e i Comuni soci della holding contribuirà a far in modo che nel prossimo piano industriale siano inserite le seguente azioni:
– avviare il suo graduale spegnimento nel prossimo triennio
– progetti di conversione per la parte destinata al teleriscaldamento
– il miglioramento complessivo del ciclo dei rifiuti puntando su un sistema di raccolta differenziata che superi il 70% e una diminuzione complessiva dei rifiuti pari al 20%.
Deleghe e aree
Area gestione territorio e comunità

BILANCIO AMBIENTALE
Obiettivo
Costruzione di un bilancio ambientale, preventivo e consuntivo
Macroazioni
Costruire un bilancio ambientale definito punto zero e rilevare l’andamento dei dati negli anni successivi. Accanto agli strumenti di rendicontazione ambientale si affiancano anche su temi specifici degli osservatori esistenti (che vanno rimodulati per essere efficaci) con l’obiettivo di fornire un report della situazione attuale, di monitoraggio e controllo delle matrici ambientali per pianificare e condividere le scelte in un’ottica di trasparenza e diffusione delle informazioni dalla parte del Comune. Pubblicazione dei dati con un portale dedicato su inquinamento atmosferico, contaminazione suoli e contaminazione acque.
Deleghe e aree
Area gestione territorio e comunità

RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI
Obiettivo
Avviare un nuovo modello di raccolta e smaltimento dei rifiuti
Macroazioni
Mettere a gara il servizio per allinearsi agli obiettivi soddisfacenti ottenuti dalle città limitrofe, migliorare la qualità, l’efficienza, l’economicità e soddisfare l’utenza.
Deleghe e aree
Area gestione territorio e comunità

VERDE PUBBLICO
Obiettivo
Gestire in maniera ottimale il verde pubblico
Macroazioni
Gestione ottimale del verde pubblico attraverso una pianificazione annuale. Piano del verde pubblico e aggiornamento costante. Interagire gli uffici che si occupano del verde con il SED/SIT in modo che l’esecuzione degli interventi e la programmazione siano on line su apposita mappa on line a disposizione di tutti. Riqualificazione di aree verdi, giardini e parchi giochi.
Deleghe e aree
Area gestione territorio e comunità

AREE INQUINATE
Obiettivo
Mappare le aree inquinate
Macroazioni
Mappatura puntuale di tutte le situazioni di risanamento di inquinamento dei suoli e delle falde acquifere presenti sul territorio, in stretta collaborazione con gli enti di controllo preposti (Arpa, Asl), con l’obiettivo di rendere più tempestivi, efficaci e garantire tutti gli interventi conoscitivi tecnici e procedurali siano a disposizione dei cittadini.
Coordinamento stretto con gli enti di controllo che permetteranno di seguire l’evolversi delle situazioni di criticità ambientale in tempo reale e tempestivo. Monitoraggi on line anche della qualità dell’aria con controlli specifici sui gas di scarico e gli impianti
Deleghe e aree
Area gestione territorio e comunità

ANIMALI
Obiettivo
Città attenta agli animali
Macroazioni
Verrà tutelato maggiormente il mondo animale e verranno intensificate le azioni rivolte a contrastare il proliferare di tutte le specie che mettono a repentaglio la salute dei cittadini o creano disagio. Azioni di tutela, tramite il garante degli animali, adeguamento strutture idonee per cani e gatti. Azioni di contrasto, zanzare tigre, potenziamento degli interventi previsti in aree “sensibili” e di topi e insetti.
Deleghe e aree
Area gestione territorio e comunità

PROTEZIONE CIVILE
Obiettivo
Protezione civile a fianco dei cittadini
Macroazioni
Implementare le attività già in essere previste da legge regionale. Collaborare con le altre istituzioni (Regione Lombardia, Forze ordine) sensibilizzare e organizzare esercitazioni
Deleghe e aree
Area gestione territorio e comunità

SERVIZI CIMITERIALI
Obiettivo
Migliorare i servizi cimiteriali e rendere nuovi servizi (Polo della cremazione)
Macroazioni
Completare gli interventi presso l’area cimiteriale al fine di migliorare la qualità delle attrezzature cimiteriali e di offrire nuovi servizi al cittadino, contribuendo anche a garantire, con le relative tariffe di servizio, l’onerosa manutenzione ordinaria e straordinaria del cimitero
Deleghe e aree
Area gestione territorio e comunità

Scarica pdf Linee di Mandato
© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved