Il bike sharing a flusso libero sperimentato a Cremona: 300 bici targate Mobike

Il servizio di bike sharing a free flow (flusso libero) Mobike sbarca a Cremona, prima città al mondo sotto i 500 mila abitanti ad implementare questo tipo di bike sharing, ed oggi presente in Italia, dallo scorso mese di settembre, nelle città metropolitane di Milano e Firenze con grande successo. 

Dopo Milano, Cremona è la seconda città della Lombardia ad ospitare questa nuova modalità di spostamento.

L’avvio della sperimentazione di questo nuovo servizio, è stato annunciato da Alessia Manfredini, Assessore all’Ambiente e alla Mobilità del Comune di Cremona, Davide Lazzari, responsabile Relazioni Esterne di Mobike, Filippo Bonali, consigliere che si occupa di Biciplan, Marco Pagliarini, dirigente del Settore Lavori Pubblici e Mobilità del Comune di Cremona, e Piercarlo Bertolotti, Presidente FIAB Lombardia.

Abbiamo fatto una scelta chiara in questi anni: puntare sulla mobilità sostenibile, con la realizzazione di nuovi percorsi ciclabili, l’implementazione del piedibus e l’estensione delle aree pedonali. Grazie a Mobike per aver deciso di iniziare a sperimentare il servizio nelle piccole-medie città, partendo proprio da Cremona, questo innovativo servizio di bike sharing a flusso libero che si aggiunge al bike sharing attivo dal 2014.

La nostra città si percorre facilmente a piedi e in bici. Da due anni, come Amministrazione, ci siamo dotati per la prima volta di un Biciplan (un piano della ciclabilità) e abbiamo fatto una programmazione per poter realizzare nuove piste e mettere in sicurezza piste esistenti in modo da rendere ancora più facile, sicura ed efficiente la scelta delle due ruote per gli spostamenti da una parte all’altra di Cremona.

MOBIKE A CREMONA

La sperimentazione, della durata di tre mesi, avverrà con 300 biciclette: 180 saranno posizionate martedì 7 novembre, 120 mercoledì 8 novembre con la collaborazione dei tecnici dei competenti uffici comunali. Da parte di Mobike sono stati presentati gli abbonamenti e la tariffa promozionale di euro 0.30 ogni mezz’ora di utilizzo al servizio. Negli stessi giorni, a cura di Mobike, verranno distribuiti volantini per pubblicizzare l’iniziativa e spiegare come funziona il servizio (attraverso una app). Sono state individuate le seguenti postazioni, che saranno indicate da segnaletica orizzontale, dove si troveranno le biciclette da utilizzare: di fronte all’ingresso della stazione ferroviaria; in via Dante, presso la scultura L’anima della città; in piazza Marconi, lato nord; in piazza della Pace; all’ospedale, a destra dell’ingresso; al Polo Tecnologico; alle Colonie Padane; al campeggio e al parco al Po.

Una scelta ecologica e una svolta culturale strategia per la nostra città e il nostro territorio, anche dal punto di vista turistico. L’invito a tutti i cittadini è quello di collaborare per un uso corretto di queste biciclette, che non hanno bisogno di rastrelliere: uno sforzo minimo, nel rispetto delle regole e con senso civico.

Inaugurata la ciclabile della Cava, sicura e illuminata
© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved