Ex Consorzio, dopo anni stiamo sbloccando la situazione dell’edificio degradato sulla via Mons. Assi

Dopo anni si sblocca la situazione dell'edificio degradato dell’ex Consorzio Agrario in zona parco Fazioni. In Giunta abbiamo approvato l’avvio delle procedure di escussione delle polizze fideiussorie per il completamento delle opere di urbanizzazione previste nel Programma di Riqualificazione Urbana “ex Consorzio Agrario”.

L’accordo di programma stipulato nel 1998, ratificato dal Consiglio comunale nel 2003 e nel 2011, prevedeva che il privato realizzasse la riqualificazione dell’edificio ad uso pubblico, allora pensato per ospitare una palestra, sulla via Mons. Enrico Assi. Subito dall’insediamento abbiamo preso in mano la situazione, resa critica anche dalla crisi del settore. Abbiamo promosso, tramite il nostro assessore al Territorio Andrea Virgilio, una interlocuzione con il privato (costituito da tre distinte realtà) che, dopo numerose sollecitazioni, aveva fatto pervenire al Comune una proposta: completare l’edificio procedendo per singoli lotti realizzati ognuno da ciascuno dei tre soggetti privati in base alle quote di partecipazione agli oneri relativi all’intervento stesso. Abbiamo accolto la proposta solo parzialmente, ovvero con il vincolo che i lotti non fossero indipendenti, non collegati ad uno specifico operatore, e con la certezza dell’inizio dei lavori dentro ad un accordo formale da presentare entro termini certi. Ora, non essendo pervenuta alcuna comunicazione da parte dei privati, abbiamo deciso di avviare l’escussione delle garanzie fideiussorie prestate a garanzia del completamento dell’edificio e di revocare la concessione per l’occupazione gratuita dell’area di proprietà comunale utilizzata per le attività di cantiere. Al termine dell’iter, che prevede ora 90 giorni di tempo per l’inizio dei lavori da parte del privato, avvieremo le pratiche per la riqualificazione diretta dell’edificio con relativa destinazione d’uso.

Come ha detto l’Assessore Virgilio, continua il percorso finalizzato a riorganizzare alcuni comparti urbanistici figli di un’epoca ormai remota e a riempire un buco nero ormai purtroppo consolidato in un’area importante della città. Sono purtroppo molteplici i comparti che risultano ancora incompleti e che hanno generato notevoli disagi alla cittadinanza. Una buona amministrazione deve, con tenacia e pazienza, cercare di rimettere ordine a queste situazioni. Lo stiamo facendo.

© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved