Due nuovi baby pit stop in città

Una città sempre più a misura dei bambini! Abbiamo inaugurato oggi due nuovi Baby pit stop, alla Piccola Biblioteca e ai Servizi sociali. Sono spazi riservati ed allestiti secondo gli standard UNICEF, dedicati alle mamme e ai loro piccoli per l’allattamento, il cambio del pannolino o il ristoro. Grazie a Rete Bibliotecaria Bresciana e Cremonese, ATS della Val Padana e APOM onlus per la sinergia che ha consentito di realizzare questa bella iniziativa. A favore dei nostri bambini che sono i cittadini più importanti per tutti noi! #cremona

Giovedì 11 aprile abbiamo inaugurato due “Baby Pit Stop”: uno presso la Piccola Biblioteca e uno presso il Settore Politiche Sociali. Si tratta di luoghi a disposizione di ogni neonato e di chi lo accompagna; spazi privilegiati, allestiti nel rispetto di specifici standard predefiniti da UNICEF, nei quali mamma e neonato potranno trovare un angolo tranquillo ed accogliente per l’allattamento, il ristoro ed il cambio dei bambini.

Abbiamo aderito con entusiasmo e convinzione alla proposta di apertura dei Baby Pit Stop, un progetto promosso a livello nazionale dall’UNICEF, la cui realizzazione locale è frutto delle collaborazioni avviate dal Comune di Cremona con la Rete Bibliotecaria Cremonese e l’ATS della Val Padana, nell’ambito delle azioni di Promozione della Salute, nello specifico rivolte al benessere delle mamme e dei loro bambini per favorire l’allattamento al seno. Con il contributo del Comune di Cremona, Assessorato alle Pari Opportunità e di A.P.O.M. onlus – Associazione Patologia Oncologica Mammaria, attiva sul territorio per promuovere la prevenzione fra la popolazione sana e fornire sostegno alle persone che hanno incontrato la malattia e ai loro familiari, sono stati progettati e realizzati due Baby Pit Stop.
I Baby Pit Stop contribuiscono a realizzare un programma integrato, assicurando la coerenza e piena aderenza ai principi promossi dal progetto UNICEF Italia “Comunità amica dei bambini”; UNICEF e OMS sostengono infatti l’importanza dell’allattamento materno quale pratica che contribuisce in modo positivo alla salute della mamma e del bambino, al suo corretto sviluppo fisico e intellettivo, oltre a favorire la relazione tra madre e figlio. L’allattamento al seno è, dunque, un bene prezioso e come tale deve essere protetto.
Questa progettualità si integra con il percorso intrapreso da ATS e Rete Bibliotecaria Cremonese – in coerenza con il protocollo sottoscritto tra Regione Lombardia, CBS e UNICEF Italia -attraverso la promozione del programma di comunità “Nati per Leggere”, a cui il Comune di Cremona aderisce da tempo promuovendo iniziative dedicate. Il cuore del programma “Nati per Leggere” è la lettura fin dalla nascita, intesa come ulteriore “fattore di protezione” dal momento che crea relazione e intimità tra adulto e bambino. Le ricerche scientifiche dimostrano che leggere insieme, già dai primi mesi di vita e con continuità, contribuisce positivamente ad un significativo sviluppo cognitivo, linguistico ed emotivo del bambino.
Alle inaugurazioni dei due Baby Pit Stop presso la Piccola Biblioteca del Comune di Cremona presso il Settore Politiche Sociali del Comune di Cremona erano presenti il Direttore Generale dell’ATS Salvatore Mannino, la Responsabile del percorso UNICEF “Comunità Amica dei Bambini” dell’ATS della Val Padana Laura Rubagotti, il Sindaco Gianluca Galimberti, l’Assessore Rosita Viola, i rappresentanti della Rete Bibliotecaria Cremonese, la Presidente di A.P.O.M. onlus, Maria Grazia Binda Beschi, insieme alla Consigliera Enza Ronchetti, che ha curato la parte grafica del progetto. Il Baby Pit Stop sarà sempre accessibile durante i normali orari di apertura al pubblico delle strutture. Sono invitate tutte le future neomamme e tutti coloro che promuovono l’allattamento materno e l’accoglienza della mamma del bambino in biblioteca, luogo di cultura e di crescita.

© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved