Chi sono

Sono Gianluca Galimberti, quest’anno faccio 51 anni. Sono nato e cresciuto a Cremona. Sono marito di Anna e padre di Marco, Giovanni e Chiara Annamaria. Sono un fisico. Sono professore al Liceo Scientifico ‘Aselli’ di Cremona (attualmente in aspettativa). Ho insegnato presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia e presso la facoltà di Agraria di Cremona. Ho fatto per diversi anni il ricercatore presso il laboratorio di fisica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia. Sono stato Presidente dell’Azione Cattolica di Cremona e sono tra i fondatori e promotori di Partecipolis, laboratorio civico di idee sulla città di Cremona. Politicamente, vengo dal civismo. Dal 2014 sono Sindaco di Cremona, sostenuto da una coalizione di centrosinistra costituita da Pd, lista civica Fare nuova la città e Sinistra per Cremona.

In questi cinque anni ho conosciuto davvero tantissime persone, giovani e non più giovani, che hanno a cuore Cremona, con cui – anche nello scontro, schietto ma sempre civile – ho e abbiamo lavorato per migliorare questa città. Tanto abbiamo fatto, tanto abbiamo ancora da fare. Ci sono comparti che sono ripartiti (l’ex Macello, il comparto del parco al Po per esempio), ma altri da restituire alla città come l’ex ospedale o l’ex cinema Tognazzi. Siamo intervenuti su scuole e impianti sportivi, ma sappiamo che gli interventi non sono finiti perché ora, finalmente ora, c’è una programmazione seria. Abbiamo interagito molto e molto bene con i privati che sono fondamentali per lo sviluppo della città. Abbiamo fatto enormi passi avanti sul lavoro, sulle università, sulla cultura, sul turismo, ma c’è ancora un mondo di azioni da mettere in campo come sistema per crescere. Abbiamo fatto tanto sulla mobilità sostenibile e ora occorre concentrarci sul trasporto pubblico, sulle nostre radiali. Dobbiamo migliorare ancora sui tempi di risposta soprattutto sulle piccole cose, anche se le situazioni sono sempre più complesse di quelle che sembrano. Ma la città in questi anni è ripartita. Non è certo perfetta, ma è ripartita.

E’ per questo, per quanto fatto e per quanto ancora c’è da fare, che ho deciso di ricandidarmi alle prossime elezioni comunali, prendendomi la responsabilità di concludere i progetti in corso e di fare quelli che mancano sempre per la crescita di Cremona che non ha nulla da invidiare ad altre città. Liberando, stimolando, favorendo tutte le energie della città che ci sono e sono tante: imprenditori, cittadini, associazioni. Perché, diciamolo, recuperiamo anche l’orgoglio di quello che siamo e che stiamo facendo come sistema e andiamo avanti per Cremona e per i cremonesi!

© Gianluca Galimberti Sindaco 2019, All rights reserved