All’Affaitati le nuove sedi di Informagiovani e Centro Fumetto. Un polo di cultura, lavoro e giovani!




Un passaggio importante che consente di recuperare e riqualificare spazi pubblici inutilizzati, di risparmiare locazioni passive per 40mila euro l’anno, di posizionare in un unico luogo servizi e attrattori riguardanti cultura, lavoro e giovani, rilanciando ulteriormente questo comparto che si affaccia sulla via delle scuole, a due passi da via Goito, dove sono già iniziati i lavori di riqualificazione, e da quello che sarà a breve il nuovo corso Garibaldi. A Palazzo Affaitati ci sono già Pinacoteca e Museo di Storia Naturale, Biblioteca Statale e la Caffetteria del Museo, riaperta con un progetto a valenza imprenditoriale e sociale. Da oggi ci sono anche Centro Fumetto "Andrea Pazienza" e Informagiovani. Un vero e proprio polo restituito alla città con una idea di sviluppo e di futuro!

Con la Vice Sindaco Maura Ruggeri, gli Assessori Andrea Virgilio e Barbara Manfredini e i tecnici comunali, abbiamo inaugurato gli spazi recuperati dell’ala di Palazzo Affaitati (che prima del trasferimento al piano nobile dello stesso edificio aveva ospitato il Museo Stradivariano) dove trovano collocazione le nuove sedi dell’Informagiovani e del Centro Fumetto “Andrea Pazienza”.

Un passaggio importante che consente di recuperare e riqualificare spazi pubblici inutilizzati, di risparmiare locazioni passive per 40mila euro l’anno, di posizionare in un unico luogo servizi e attrattori riguardanti cultura, lavoro e giovani, rilanciando ulteriormente questo comparto che si affaccia sulla via delle scuole, a due passi da via Goito, dove sono già iniziati i lavori di riqualificazione, e dal tratto pedonale corso Garibaldi dove presto inizieranno i lavori per la pavimentazione di pregio. A Palazzo Affaitati si trovano infatti la Pinacoteca e il Museo di Storia Naturale, la Biblioteca Statale e la Caffetteria del Museo, riaperta con un progetto a valenza imprenditoriale e sociale.

Gli spazi di Palazzo Affaitati riconvertiti ad uso del Servizio Informagiovani e del Centro del Fumetto “A. Pazienza”, per complessivi 700 m2 circa, sono posti al piano terra dei due corpi di fabbrica che racchiudono sui lati nord ed est il giardino dei profumi, affacciato su via Palestro. Il corpo est, al quale si accede dall’ampio terrazzamento posto sul fondo del giardino – un tempo sede del Museo Stradivariano, i cui reperti sono oggi al Museo del Violino – ospiterà ora la sede del Centro del Fumetto ed è caratterizzato da un ampio salone coperto da un doppio ordine di volte a vela, sostenute al centro da colonne di granito.

Gli ambienti del corpo nord, finora utilizzati per il deposito di materiali del Museo Civico e oggi destinati al Servizio Informagiovani, sono anch’essi caratterizzati da un doppio ordine di soffitti a volta, suddivisi però in campate più piccole, sostenute e delimitate da maschi di muratura disposti a pettine. Il progetto esecutivo è stato approvato il 4 maggio 2017 per un importo complessivo di 800.000,00 euro – di cui 45.000,00 euro circa utilizzati per il trasloco del deposito museale nei contigui spazi di Palazzo Soldi – finanziati dalla Regione Lombardia per 403.607,00 euro sul bando Cult City.

I lavori sono iniziati il 18 luglio 2017 e si sono conclusi, con le ultime rifiniture, nel luglio di quest’anno. Sono state quindi completate le opere a corredo, quali le forniture di alcuni nuovi arredi, la posa delle insegne, il cablaggio delle reti tecnologiche, le pulizie finali ed i traslochi dalle vecchie sedi, operazioni finanziate dall’Amministrazione con propri fondi per ulteriori 100.000,00 euro. Hanno lavorato all’intervento Ruggero Carletti, responsabile del procedimento, Paolo Rambaldi, progettista e direttore dei lavori, con gli architetti Paola Maggi e Giancarlo Frosi. L’impresa esecutrice è stata la CESAG s.r.l. di Genova.


Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone