Stazione, raddoppiamo il parcheggio e sistemiamo la viabilità del primo tratto di via Dante

Miglioramento dell’accessibilità e della sosta presso il nodo di interscambio della stazione ferroviaria. A questo sono finalizzati i due progetti che abbiamo presentato alla Ciclofficina “La Gare des Gars” di via Dante, inseriti nell’ambito del Patto per la Lombardia grazie al quale al Comune di Cremona è stato riconosciuto un contributo pari a 2.400.000,00 euro. Alla presentazione sono intervenuti anche l’Assessore Alessia ManfrediniMassimo Siboni, Presidente di AEM Cremona S.p.A., Marco Pagliarini, Direttore del Settore Lavori Pubblici e Mobilità del Comune di Cremona, l’ingegnere Adriano Nichetti, titolare dell’omonimo studio di Crema che ha sviluppato il progetto di riorganizzazione della viabilità e accessibilità ai parcheggi in via Dante, e l’architetto Giuseppe Mattera, titolare dello studio AD PROGETTI SRL, incaricato da AEM Cremona S.p.A., per conto del Comune di Cremona, di elaborare il progetto della nuova struttura adibita alla sosta.

Una scelta non casuale quella di illustrare le future infrastrutture alla “Gare de Gars”, luogo simbolico della rivitalizzazione di questo comparto cittadino che, attraverso il consistente finanziamento ottenuto grazie alla coesione del territorio e al lavoro di squadra dell’intera Amministrazione, vedrà sorgere, con lavori che inizieranno a giugno 2019, non solo un nuovo parcheggio, con ulteriori 139 stalli a disposizione dei pendolari e di coloro che utilizzano il treno come mezzo di trasporto, dei cittadini e dei turisti che posteggiano in parcheggi a corona, ma anche la sistemazione della viabilità di un primo tratto di via Dante.

L’area interessata dall’edificazione del nuovo parcheggio sopraelevato è posta sul piazzale delle ex tramvie, sul lato est del cavalcavia del cimitero, attualmente adibita a sosta a raso e serve sia l’utenza della vicina stazione ferroviaria che quella degli autobus. La struttura prevista è in carpenteria metallica, sviluppata su due livelli con una superficie di circa 3700 mq, e potrà avere delle schermature per migliorarne l’aspetto estetico. Questo consentirà di aumentare sensibilmente la capacità ricettiva dei posti auto: 139 posti con la costruzione del primo piano. Il parcheggio verrà già predisposto per un ulteriore piano che in futuro potrebbe ospitare altre 145 vetture. Il costo dell’intervento è stimato in euro 1.647.658. Il parcheggio sarà gratuito, l’ingresso della struttura sarà da via della Vecchia Dogana e da via via Dante, appena prima del cavalcavia.

Il progetto di riqualificazione viabilistica di via Dante, nel tratto tra il cavalcavia di via Cimitero e via Palestro (circa 300 metri) e del comparto terminale di via della Vecchia Dogana, costituisce un primo importante tassello per la riqualificazione di tutto l’asse viario di via Dante. I lavori previsti, per un costo complessivo di 752.341,00 euro, sono finalizzati a migliorare l’accessibilità e la viabilità, con particolare attenzione agli utenti più deboli, a tutela dei tanti studenti che ogni giorno transitano dal parcheggio delle ex tranvie verso le scuole cittadine.

In via Dante è prevista la riqualificazione della sede stradale e dei marciapiedi mediante la rimozione dell’aiuola spartitraffico centrale e dell’impianto di illuminazione pubblica. La via sarà a tre corsie, verranno allargati e rifatti i marciapiedi, sarà realizzato un attraversamento pedonale in sicurezza davanti al complesso commerciale con poliambulatorio e farmacia e sarà costruita una pista ciclabile monodirezionale su entrambi i lati. Sono previsti su un lato della carreggiata la realizzazione di aree a parcheggio, il rifacimento dell’impianto di illuminazione pubblica (che sarà laterale e non più centrale), dell’impianto semaforico e la realizzazione di un impianto di irrigazione per le aiuole che verranno riqualificate. Davanti alla stazione verrà migliorata la sosta operativa, oltre allo spazio riservato ai taxi e verranno realizzati ulteriori appositi stalli per il carico e scarico, con sosta consentita di 15 minuti, a servizio dei pendolari e di coloro che li accompagnano. Gli interventi sulla viabilità non richiederanno la chiusura della strada che continuerà, anche durante il cantiere, ad essere percorribile.

Un progetto davvero importante per la città e per il territorio perché consente di intervenire su un comparto che ha estremo bisogno di una riqualificazione e di una revisione tale da consentire di raggiungere la stazione più agevolmente, di avere più possibilità di parcheggio, di sistemare un primo tratto dell’assetto di via Dante che diventerà più sicura per auto, ciclisti e pedoni.

Scarica la planimetria della viabilità
Scarica le slide sul nuovo parcheggio

Dieci cestini intelligenti in stazione, è partita la sperimentazione con Linea Green

Nell’ambito delle attività di potenziamento e miglioramento del servizio di igiene ambientale cittadino, in questi giorni a Cremona – e più precisamente nel piazzale della stazione – sono stati installati 10 nuovi “smart bin”, cestini stradali in grado di rilevare automaticamente il volume dei rifiuti e inviare conseguentemente una segnalazione a Linea Gestioni per un intervento tempestivo di svuotamento.
Si tratta di una innovazione che viene sperimentata anche a Cremona e che permetterà di potenziare e rendere ancora più efficiente il servizio di igiene urbana cittadino, anche e soprattutto in relazione al decoro urbano e alla pulizia della città.
Gli “smart bin” sono infatti dotati di un sensore che effettua costantemente la scansione completa non solo del livello di riempimento dei cestini ma anche della frequenza e dell’orario di utilizzo, trasmettendo queste informazioni a Linea Gestioni attraverso una rete wireless.

“Una innovazione – ha spiegato il Direttore di Linea Gestioni, Primo Podestà – che potrà consentire a Linea Gestioni di conoscere in tempo reale quando i cestini sono pieni: in questo modo il nostro servizio potrà quindi essere mirato, più efficiente, con risparmio di tempo e risorse. Gli smart bin, già utilizzati da AMSA/A2A, rappresentano un’ulteriore conferma dell’efficacia delle sinergie del Gruppo e del continuo sviluppo di servizi e prodotti smart per il miglioramento della qualità della vita di Cremona, peraltro già ai vertici delle classifiche delle città più smart d’Italia”.

I nuovi smart bin potranno garantire sin da subito un miglioramento del servizio di igiene urbana di Cremona e contribuiranno al raggiungimento dell’importante obiettivo di garantire il decoro urbano e la cura della nostra città, così da incentivare comportamenti sempre più corretti e rispettosi dell’ambiente.

Vogliamo raddoppiare il parcheggio della stazione: progetto sul Patto per la Lombardia

Migliorare l’accessibilità del nodo di interscambio della stazione ferroviaria, riordinando complessivamente la viabilità dell’intero comparto e raddoppiando il parcheggio vicino alla stazione degli autobus. Il progetto che abbiamo elaborato di concerto con il presidente della Provincia di Cremona Davide Viola, a valere sul Patto per la Lombardia siglato da Governo e Regione, è passato in Giunta regionale. Degli 80 milioni di euro destinati a progetti infrastrutturali e ambientali dei Comuni lombardi, 2 milioni e 400 mila euro saranno dunque a favore di Cremona e di questa grande opera.

L’intervento riguarda il miglioramento complessivo del nodo di interscambio della stazione ferroviaria, dove è presente il capolinea degli autobus urbani ed extraurbani, e il potenziamento significativo dei parcheggi disponibili attraverso la realizzazione di un altro piano del parcheggio a fianco del sovrappasso: questo, attualmente, ha una capacità di 440 posti e potrà così disporre di ulteriori 170 posti auto utilizzabili da cittadini, pendolari e city user. 

Un’opera importante per la città e per il territorio, finanziata dall’impegno del Governo e della Regione che ci consente di migliorare la viabilità e la fruibilità del comparto della stazione, inserita per altro nel piano delle stazioni smart di RFI. Un primo passo anche nella direzione della sistemazione di via Dante, importante via del ring urbano.

Nella ex biglietteria degli autobus la ciclofficina e il nuovo luogo di aggregazione “La Stazione dei ragazzi”

Affitteremo in uso alla COSPER – Società Cooperativa Sociale Impresa Sociale onlus la ex biglietteria della stazione delle autolinee, che sarà destinata a laboratorio di ciclofficina e luogo di aggregazione sotto il nuovo nome di La Gare des Gars” (La Stazione dei ragazzi).
In Giunta, al termine di un intenso e proficuo lavoro che ha visto la collaborazione e il coinvolgimento di vari Assessorati, abbiamo espresso parere favorevole alla bozza di convenzione che riconosce la “pubblica utilità” delle attività che saranno realizzate dalla COSPER in questo immobile appartenente al patrimonio comunale.

COSPER provvederà, senza oneri aggiuntivi per il Comune, alla messa a norma dei locali e a presentare un piano di gestione del servizio, secondo le direttrici di un progetto, a carattere sociale e preventivo, rivolto ad adolescenti e giovani in situazione di disagio sociale. La convenzione prevede che siano proposti momenti aggregativi, didattici, educativi ad accesso privilegiato per cittadini cremonesi con particolare attenzione a minori inseriti in percorsi di inserimento sociale e di integrazione socio-culturale.
Il gestore dovrà inoltre garantire l’integrazione con le altre proposte territoriali in tema di uso della bicicletta per favorire questa pratica in città, collaborando con il Comune, enti profit, singoli cittadini e le associazioni specializzate in questo ambito, oltre a rendersi disponibile per forme di collaborazione con l’Amministrazione e l’ente gestore del servizio cittadino di bike-sharing per la promozione dello stesso e lo svolgimento di attività collegate alla sua gestione.

Altro elemento qualificante della Convenzione approvata è l’impegno della Cooperativa a rendersi disponibile per attivare, laddove possibile, percorsi di inserimento lavorativo di giovani e adulti in condizione di svantaggio utilizzando lo spazio di ciclofficina e l’attività ad esso collegata, oltre a garantire la manutenzione delle biciclette in carico al Settore Politiche Sociali. Il tutto senza alcun onere a carico dell’Amministrazione.

Repulisti day in stazione: ritiro di bici e lucchetti abbandonati e pulizie straordinarie

Continuiamo ad intervenire a favore del decoro in città perché per noi la manutenzione è una grande opera pubblica. Abbiamo predisposto per sabato 22 e sabato 29 un intervento straordinario presso il parcheggio delle biciclette alla stazione ferroviaria di Cremona (stimati 400/450 cicli presenti ogni giorno). Un repulisti day che comprende il ritiro di biciclette e circa 50 lucchetti abbandonati e una pulizia straordinaria. L’iniziativa, coordinata dal Settore Mobilità, viene svolta congiuntamente da Polizia Locale, Linea Gestioni e Servizi per Cremona, con il coinvolgimento del personale del Servizio Progettazione Verde e Protezione Civile.

Negli spazi interessati dall’operazione ci sono 144 stalli di sosta che offrono la possibilità di parcheggiare circa 300 biciclette. Inoltre, grazie alla presenza di altri punti di appoggio e ad altre possibilità di deposito, si stima che le biciclette parcheggiate siano 400/450 al giorno. Al di là della polvere e di altri residui che si sono accumulati nel tempo, il degrado, rilevato nel corso di un minuzioso sopralluogo, è dovuto soprattutto alla presenza di numerose biciclette abbandonate ed in condizioni precarie, oltre all’ingente numero di lucchetti inutilizzati ed arrugginiti che vanno rimossi. Una volta che tutto sarà rimesso in ordine, ci saranno più spazi disponibili per le biciclette utilizzate soprattutto dai pendolari per recarsi in stazione.

Nei giorni stabiliti le operazioni di pulizia saranno effettuate nelle prime ore del mattino dagli addetti del Servizio pulizia strade di Linea Gestioni. Gli agenti della Polizia Locale provvederanno a rimuovere i lucchetti e le biciclette abbandonate documentando ogni fase del loro intervento. Gli addetti di Servizi per Cremona, che hanno già predisposto la segnaletica, provvederanno al fissaggio e allo spostamento degli stalli che versano in condizioni precarie o che risultano poco utilizzati.

Gli utenti che normalmente depositano la bicicletta negli stalli sono invitati a parcheggiarla altrove in modo da facilitare il compito degli operatori che effettueranno l’intervento straordinario di pulizia. Nel caso in cui i proprietari delle biciclette parcheggiate non riescano a rimuoverle per tempo, vi provvederanno gli agenti della Polizia Locale che le custodiranno al Comando di piazza della Libertà dove potranno essere recuperate.

Ecco l’anima della città: dice ciò che siamo e il cambiamento in atto

Quest’opera è ciò che siamo, il nostro saper fare liutario, il nostro saper fare impresa e il nostro saper fare creativo. Siamo la patria unica al mondo del trinomio violini, musica e studio del suono. Dietro a quest’opera c’è la Steel Color SPA, azienda del territorio che ha fatto alla città questo grande e prezioso regalo. Dentro quest’opera c’è la creatività dell’architetto Giorgio Palù, già Compasso d’oro con l’Auditorium del Museo del Violino. E questo violino non rappresenta solo ciò che siamo ma anche dove stiamo andando. Il violino anima della città, collocato in questa piazza che è porta di accesso, non è solo bello, ma è dotato di sensori in grado di rilevare la presenza di persone  e di emettere musica registrata nel nostro Museo del Violino. Una tecnologia messa a punto da Linea Com, azienda di prospettiva dentro la partnership Lgh A2A. Questo violino, dunque, è un primo segno di Smart City.

Dentro questa opera c’è un’idea: l’idea grande e concreta del cambiamento in atto in città. E poiché ogni cambiamento richiede una responsabilità, qui dentro c’é un’Amministrazione che ci ha creduto e che ci ha messo la faccia e ci sono tecnici del Comune che hanno collaborato. C’è, infine, anche la responsabilità di una città che guarda a se stessa e a ciò che sta accadendo e diviene consapevole delle sue potenzialità e delle novità. Consapevole del cambiamento!

Vai al sito dedicato all’opera

In stazione con i pendolari, continuiamo ad insistere insieme con Regione e Trenord

Con l’Assessore al Territorio e alla Salute con delega alla mobilità Alessia Manfredini, insieme al Presidente dell’Area vasta Carlo Vezzini, abbiamo incontrato i rappresentanti dei pendolari cremaschi e cremonesi. Appuntamento alle ore 7 alla stazione di Cremona. Presente anche il consigliere regionale Carlo Malvezzi.
Abbiamo ripercorso quanto fatto in questi mesi: incontri in regione con gli Assessori competenti, prima Alberto Cavalli e poi Alessandro Sorte, numerose lettere di sollecito, richieste che non hanno avuto ancora una risposta. Per questo motivo, insieme ai pendolari, abbiamo rilanciato i punti su cui insistere ancora con Regione e Trenord: cronoprogramma degli interventi sulla linea Mantova-Cremona-Milano nell’ambito del protocollo firmato da Regione, Trenord e Rfi, cronoprogramma della sostituzione dei treni Diesel sulla linea per Brescia, verifica della fattibilità del treno Expo (alla domenica una corsa veloce alla mattina da Milano a Cremona, una corsa veloce alla sera da Cremona a Mantova), incontro con la Regione Emilia Romagna per i collegamenti tra Cremona-Piacenza e Cremona-Fidenza, posizionamento della barriera anti rumore in zona via Bel Giardino.
Noi ci siamo e vogliamo insistere insieme. In giornata prepareremo un’altra lettera indirizzata all’Assessore regionale Sorte.

Treni, Assessore regionale a Cremona: Comune (non invitato) ancora in attesa di risposte

Sosta gentile: parcheggi vicino alla stazione saranno gratis per i primi 20 minuti

Vista la posizione strategica degli stalli, abbiamo deciso di introdurre la possibilità di parcheggiare i veicoli gratuitamente (sosta gentile) per i primi 20 minuti, così da favorire le necessarie operazioni di accompagnamento dei viaggiatori con relativo carico/scarico dei bagagli o l’acquisto di biglietti o di giornali.

Come ha spiegato l’Assessore Alessia Manfredini, chi si reca in stazione deve avere la possibilità di usufruire di una sosta gentile: i primi 20 minuti saranno gratuiti. Successivamente, come già previsto, la sosta costerà 1 euro all’ora con un minimo di 0,50 euro (per frazione di ora) e per massimo 2 ore per consentire la massima rotazione.

Infine, abbiamo dato disposizione ad AEM Service di ridipingere le linee degli “stalli rosa” e di implementarli entro l’arrivo della stagione primaverile.