Polo della cremazione ad Aem: operazione importante di efficienza e sviluppo

Il Polo della Cremazione è passato dal Comune di Cremona alla risanata Aem Spa il 1° luglio e al forno crematorio verrà realizzata una seconda linea di cremazione per la quale è già stata richiesta l’autorizzazione regionale. In Giunta e nell’Assemblea di Aem abbiamo approvato il trasferimento “in house” alla partecipata dei servizi operativi cimiteriali e dei servizi di cremazione delle salme e il potenziamento del forno. A settembre dello scorso anno, nell’ambito della razionalizzazione e rilancio delle partecipate, il Consiglio comunale aveva dato mandato ai tecnici di approfondire i termini economici e amministrativi. Dopo un lungo lavoro di analisi operato dal Comune, con l’Assessore competente Rosita Viola, tutta la Giunta, diversi dirigenti e tecnici comunali, e da Aem con tutto suo staff, ora abbiamo concretizzato la complessa operazione. E’ stato approvato il contratto di servizio ed è stato definito il trasferimento del personale (un responsabile dal 1° luglio e 7 funzionari dal 1° gennaio 2019 con comando nel periodo transitorio), tema già affrontato positivamente con le rappresentanze sindacali.

Questi i termini: per almeno 15 anni Aem gestirà i servizi cimiteriali e di cremazione per conto del Comune di Cremona e realizzerà una seconda linea del forno. Aem corrisponderà al Comune un canone secondo il contratto.

Per quanto riguarda le tariffe riguardanti i residenti del Comune di Cremona rimarranno invariate, mentre spetterà ad Aem la valutazione sulle tariffe per i non residenti in funzione dell’Iva e del mercato.

Un’operazione davvero importante sia per il Comune, sia per Aem, resa possibile a seguito della fondamentale azione di risanamento della partecipata, su cui abbiamo intensamente lavorato in questi anni. Ora Aem non sta solo molto meglio, ma ha delle prospettive di sviluppo importanti attraverso la gestione di nuovi servizi come quello del Polo della cremazione con l’obiettivo del miglioramento dell’efficienza e dell’ampliamento del servizio offerto e con l’attenzione che sempre va esercitata in questo delicatissimo ambito che tocca da vicino i cittadini.

Ex Mercato Ortofrutticolo: lavori per messa in sicurezza e pulizia dell’area retrostante. E riprende l’abbattimento dell’ex Macello dopo la bonifica!

Lavori in corso all’ex Mercato Ortofrutticolo. Aem, in sinergia con il Comune di Cremona, sta eseguendo l’abbattimento di alcune tettoie fatiscenti e pericolose e sta ripulendo la vasta area dietro la palazzina dove in questi anni hanno trovato sede il Centro del Riuso gestito dall’Associazione Amici di Emmaus e la Filiera corta solidale.

Inoltre, Aem abbatterà il vecchio muro di cinta (anche questo pericolante) che costeggia via del Macello e lo sostituirà con una nuova recinzione. I lavori sono eseguiti dalla ditta M.G. Costruzioni.

L’ampio spazio recuperato dietro la palazzina dell’ex Mercato Ortofrutticolo in prospettiva verrà adibito a parcheggio, attrezzato e gestito da Aem, a servizio del Polo Tecnologico e di tutto il comparto che in questi anni sta vivendo un vero e proprio rilancio.

Intanto, vicino all’ex Mercato, la prossima settimana, dopo la bonifica resasi necessaria per il ritrovamento di amianto, riprenderà l’abbattimento dell’ex Macello, in disuso da 20 anni, e nei prossimi giorni verrà aperto il bando per la vendita dell’area a favore di nuovi insediamenti. Il futuro parcheggio servirà, dunque, le imprese già insediate e che si insedieranno in questo comparto.

Ma non abbiamo finito. Dopo la sistemazione dell’area retrostante, ci interessa lavorare per un progetto importante di riqualificazione della palazzina dell’ex Mercato affinché diventi una Cittadella dell’economia solidale.

Lavoro: abbattiamo l’ex Macello e attiriamo investitori
Inaugurato il Polo Tecnologico, già al lavoro sul comparto di sviluppo

On-line il nuovo sito del turismo di Cremona. Gli operatori possono pubblicare e vendere le loro proposte!

È online il nuovo portale dedicato al turismo del Comune di Cremona (www.turismocremona.it). Lo abbiamo presentato con l’Assessore alla Città Vivibile e Rigenerazione urbana Barbara Manfredini, il Direttore Generale di Explora Giorgio KindinisIlaria Casadei in rappresentanza della Camera di Commercio di Cremona, e Paola Milo, responsabile del Servizio Promozione, Informazione e Accoglienza Turistica del Comune di Cremona.

Aspetto accattivante e di facile consultazione, il portale del turismo di Cremona, che racconta il capoluogo e tutto il territorio, è sviluppato all’interno dell’ecosistema digitale turistico regionale curato da Explora e Regione Lombardia. Lo strumento mette in connessione tutta la rete regionale degli Infopoint, delle realtà territoriali e degli operatori, per facilitare lo scambio reciproco di informazioni e aumentarne la diffusione e la visibilità, sia su scala locale che regionale, attraverso i canali di inLombardia.

L’iniziativa del nuovo sito del turismo, che sostituisce quello precedente ormai obsoleto, è stata fortemente voluta dall’Amministrazione comunale che ha assunto la gestione dell’Infopoint nel giugno 2016 e fa parte di una serie di azioni, in atto e in programma, per potenziare i servizi turistici. Il portale infatti si aggiunge ad altri interventi come l’estensione dell’orario di apertura dell’Ufficio Informazioni.

Come ha dichiarato l’Assessore Barbara Manfredini, quanto realizzato è frutto di una lavoro davvero impegnativo che ha visto la collaborazione e il contributo di numerosi Settori e Servizi del Comune, ad iniziare dal Servizio ITC-Agenda Digitale, nonché della Camera di Commercio. Il nuovo portale rappresenta per il nostro territorio una svolta che si può a giusta ragione definire epocale non solo perché dinamico e aperto al contributo di altri soggetti, ma per l’approccio decisamente innovativo sia a favore dei turisti, sia a favore di tutti gli operatori del settore che, finalmente, hanno a disposizione uno strumento adeguato ad esigenze che sono mutate e che muteranno. Un sito che si arricchirà sempre più di contenuti ed informazioni. Un vero e proprio lavoro di squadra che ha permesso all’Infopoint di Cremona di essere il primo in Lombardia a poter avere un sito sviluppato da Explora in armonia con quello della Regione.

Raggruppate in quattro filoni principali – Luoghi, Momenti, Eventi e Pianifica – le informazioni raccolte nell’ecosistema spaziano dalla carrellata di luoghi da visitare ad attività che facilmente si possono organizzare sul territorio, all’elenco dei più interessanti eventi culturali in cartellone nei teatri, nelle piazze, nei musei, nei ristoranti cremonesi. La funzione “Pianifica”, inoltre, permette al turista desideroso di visitare Cremona e provincia di pianificare il suo viaggio in base ai propri interessi, di prenotare un hotel, l’ingresso a una mostra, a una visita guidata o a un concerto.

Gli amanti del turismo attivo e green trovano spunti per assaporare una natura ancora incontaminata in percorsi a piedi, in bicicletta o a cavallo. Gli appassionati di cultura troveranno un patrimonio straordinario di storia e tradizione in palazzi, cinte murarie, musei. Agli estimatori della buona tavola sono dedicate le gustose proposte della tradizione locale declinate per stagione, e per tutti, invece, sono le proposte del lifestyle cremonese, fatto di shopping, vita quieta, aperitivi sul fiume, buona musica, sport e arte. Ma il nuovo portale si propone come straordinario strumento di lavoro anche per gli operatori del settore, sempre desiderosi di intercettare potenziali turisti in modo strategico.

Come ha detto Giorgio Kindinis, che con il suo staff ha affiancato quello dell’Infopoint di Cremona nelle varie tappe per la messa online del sito, l’ecosistema digitale turistico di Regione Lombardia, in cui si inserisce il portale del territorio cremonese, rappresenta per la filiera uno strumento di raccolta dati e informazioni sui propri utilizzatori, visitatori e operatori e un supporto nell’attività di customer care. Con la creazione di un unico repository dove confluiscono le informazioni provenienti da Explora, Infopoint, operatori turistici, DMO e istituzioni, gli operatori e i territori potranno accedere a dati qualificati e ampliare di conseguenza la loro offerta di servizi turistici, diventando sempre più competitivi.

Questo sito racconta ciò che siamo, ciò sono Cremona e il territorio. In questo sito ci sono non solo le nostre eccellenze, ma le nostre offerte e le nostre imprese. E tutto nella rete regionale. È un bellissimo lavoro di sistema che si inserisce nelle azioni che stiamo portando avanti a favore del turismo e che stanno dando ottimi risultati, i numeri dei turisti in città e i riscontri degli operatori li certificano. È uno strumento che può essere arricchito dagli enti pubblici e dai privati. Anche questo vuol dire migliorare la presentazione della città per continuare ad attrarre visitatori e turisti, dall’Italia e dall’estero, a beneficio dell’economia e delle imprese locali.

Grazie al nuovo sito gli operatori dotati di credenziali potranno inoltre inserire e vendere le loro proposte, che verranno poi moderate dall’Infopoint: sarà così possibile elaborare, condividere, comunicare informazioni sul prodotto turistico in modo più efficiente, attività di marketing efficaci e ridurre i costi per la produzione di materiale informativo. Un nuovo modo coordinato e sempre più al passo con i tempi dell’era digitale di presentare la città e il territorio, con l’obiettivo di accrescere l’attrattività e l’appetibilità di Cremona e del suo territorio, a vantaggio dell’economia locale.

La chiusura dell’Ibis incide sugli arrivi in strutture, ma turisti in crescita

Campo da calcio del Cambonino: lavori in corso per il nuovo manto sintetico

Con me gli Assessori Andrea Virgilio e Mauro Platè, i tecnici comunali Ruggero Carletti (Dirigente e Responsabile del procedimento), Giovanni Donadio (Progettista e Direttore dei lavori) e Mauro Renolfi (Direttore operativo), il Presidente del Torrazzo Maurizio Dossena e il vicepresidente Paolo Radi. Un momento per fare il punto in loco sull’andamento dei lavori per la riqualificazione del campo. L’intervento, per il quale come Comune abbiamo investito circa 350mila euro, consiste nella sostituzione del manto con uno di ultima generazione e di un’altra serie di interventi di dettaglio.

Il progetto di riqualificazione, eseguito dalla ditta Green Sport di Treviglio, oltre alla rimozione già completata del vecchio manto di erba sintetica, cambiato l’ultima volta 14 anni fa e ormai ammalorato, comprende lo smaltimento del manto esausto, il livellamento del fondo esistente per la formazione di una perfetta planaria e delle giuste pendenze consentite, il sopralzo dei pozzetti dell’impianto di drenaggio e la posa di un pozzetto per ispezione scarico acque piovane, la formazione di un piano di posa in graniglia, la posa di una rete di irrigazione automatica, la posa del manto nuovo di erba sintetica e la posa delle nuove porte da calcio. I lavori termineranno ad inizio agosto. Successivamente, in sinergia con la società, verranno effettuati altri interventi aggiuntivi di dettaglio in modo da essere pienamente operativi per settembre.

Un’opera importante sia dal punto di vista sportivo, sia dal punto di vista educativo e di coesione sociale. Qui infatti si allenano e giocano tantissimi bambini e ragazzi, attorno a questo luogo si ritrovano moltissime famiglie. E’ un campo che serve alle squadre, al quartiere e alla città. E’ un campo su cui, insieme alla società, abbiamo fortemente voluto investire!

Nuovo manto al campo da calcio Cambonino: via al progetto esecutivo

Nuova pista ciclopedonale in via del Sale: una terrazza sul comparto Po!

E’ una grande opera di collegamento sostenibile tra la città e le Colonie Padane, il campeggio nuovo e quello vecchio con la nuova sede scout, il parco Po e gli argini. E’ una vera e propria terrazza su uno dei nostri patrimoni più grandi che è la natura. E’ un’altra pista ciclabile realizzata. Perché per ridurre il traffico occorrono meno auto in circolazione e per avere meno auto occorre promuovere mezzi alternativi e sostenibili, consentendo loro di circolare in sicurezza. Questa ciclabile vuol dire più ambiente, più mobilità sostenibile, più parco Po. Abbiamo anche riaperto via del Sale a doppio senso con alcuni accorgimenti per la riduzione della velocità. Tra qualche giorno inaugureremo la ciclabile di via Picenengo e subito ci dedichiamo alla prossima pista, quella in viale Trento Trieste!

Memorial basket Telli e Festival Tanta Robba: firmato il protocollo con Gli Amici di Robi

Abbiamo firmato anche quest’anno il protocollo, approvato nell’ultima seduta di Giunta, tra il Comune di Cremona e l’Associazione “Gli Amici di Robi” per la promozione e l’organizzazione del torneo di basket in memoria di Robi Telli (29, 30 giugno e il 1° luglio al parco Sartori) e il Tanta Robba Festival (6, 7 e 8 luglio al parco al Po), evento inserito nel palinsesto culturale della città di Cremona.

Il torneo di basket dedicato a Robi Telli, riconosciuto dalla Federazione Italiana Streetball come una delle 10 tappe più importanti del circuito FISB (Free Italian StreetBall), nel 2017 ha coinvolto 350 atleti tra i 14 e i 40 anni provenienti da 13 province, 150 bambini iscritti all’area kids e 5.000 persone al Classic’s Streetball party. Numeri importanti per il Tanta Robba Festival: lo scorso anno, nella location inedita del parco al Po, ha visto la presenza di più di 20.000 partecipanti in tre giornate con artisti di rilevanza nazionale come Ghali e Lo Stato Sociale, gruppo vincitore del Festival di Sanremo 2018.

Questi gli obiettivi congiunti presenti nel protocollo d’intesa tra Comune e “Gli Amici di Robi”: valorizzare il quartiere Po e in particolare la zona di parco Sartori attraverso eventi sportivi ed interventi di rigenerazione urbana, valorizzare il comparto Po, potenziare l’attenzione allo sport inclusivo, potenziare l’organizzazione di manifestazioni culturali e ricreative che coinvolgono un pubblico prevalentemente giovane.

In base all’intesa, l’Associazione si impegna ad attivare sinergie progettuali con il Porte Aperte Festival, il campeggio, la piscina comunale, Cremona Infopoint e le Colonie Padane. Il Comune si impegna per la promozione, l’organizzazione e la realizzazione del torneo e del Festival favorendo la logistica e mettendo a disposizione un contributo di 10mila euro, secondo il Regolamento per la concessione di sovvenzioni, in virtù dell’attinenza delle iniziative con gli indirizzi dell’Amministrazione su sport, inclusione sociale, cultura e turismo.

In occasione della firma del protocollo, il Presidente degli Amici di Robi ha annunciato un altro artista che salirà sul palco del Tanta Robba Festival di quest’anno. Dopo Francesca Michielin (8 luglio), Dj Aladyn (6 luglio), Fil Bo Riva (8 luglio), Coma Cose (6 luglio), ecco un’altra rivelazione del programma: sabato 7 luglio suoneranno al festival i Planet Funk che a breve presenteranno il loro nuovo album, arrivato a sei anni dall’ultima loro fatica discografica.

L’accordo con l’Associazione “Gli Amici di Robi” ha durata fino al 31 dicembre 2018, ma già entro la fine dell’anno – secondo il protocollo – le parti si incontreranno per definire la collaborazione per l’edizione 2019.

Cestini urbani: restyling in corso. Il decoro urbano passa anche dalle piccole cose!

Abbiamo riverniciato oltre 700 cestini e li stiamo riposizionando. Ne installiamo di nuovi in sostituzione di quelli ammalorati nel centro storico (180) e nei parchi pubblici (100). Quelli vecchi dove possibile li recuperiamo, li sistemiamo e li posizioniamo in altre parti della città. Qualcuno ha già fatto domande rispetto alle caratteristiche dei nuovi cestini: sono cestini standard con un foro piccolo per evitare l’abbandono di rifiuti grandi e non differenziati. Un’azione che forse può sembrare piccola, ma che così non è perché la cura per la città passa anche dai dettagli. Abbiamo tanto lavoro da fare per migliorare il decoro urbano anche a partire dalle piccole cose, ma quanto fatto e in corso dice che la direzione è corretta. Continuiamo a lavorare! 

Via Riglio, completiamo altri 450 metri di VenTo. Approvato il progetto!

Abbiamo approvato in Giunta, su proposta dell’Assessore alle Infrastrutture Alessia Manfredini, il progetto definitivo per la messa in sicurezza di un tratto di percorso ciclabile in via Riglio inserito nel tracciato della ciclovia nazionale VENTO. L’opera che ha un costo complessivo di 80.500,00 (I.V.A. compresa) è inserita nel Programma delle Opere Pubbliche per l’anno 2018.

Il progetto prevede l’installazione di un impianto semaforico per la gestione di un senso unico alternato sul ponte delle chiuse del Porto Canale, così da regolamentare il traffico veicolare, e la realizzazione di una pista ciclo pedonale, in sede separata, ricavata su parte dell’attuale carreggiata del ponte. Il transito dei pedoni sarà garantito dai percorsi su passerelle esistenti e protette a lato della carreggiata

Il percorso della ciclovia VENTO presenta un tratto che attraversa parte del territorio del Comune di Cremona su via Riglio e Lungo Po Europa. Lo scorso luglio Regione Lombardia ha approvato il “Programma per lo sviluppo e la messa in sicurezza di itinerari e percorsi ciclabili e pedonali”.

Il tratto stradale di via Riglio, per il quale Regione Lombardia ha proposto la messa in sicurezza, riguarda la carreggiata compresa tra via Lungo Po Europa e via Vulpariolo. Sia via Vulpariolo che Lungo Po Europa hanno percorsi ciclo pedonali protetti. Il tratto di pista ciclabile mancante è pertanto quello compreso tra le due vie, per una lunghezza complessiva di 450 metri.

Questo intervento, oltre a quello in fase di realizzazione in via del Sale, contribuiscono a collegare meglio la città alla ciclovia nazionale VENTO.

Nuova pista ciclabile di via Sale: accordo Comune e U.S. Cremonese