Ballando ballando, un successo il ballo nei quartieri. L’anno prossimo ancora e in più luoghi!

Con la serata di lunedì 7 agosto ai Giardini di via Argine Panizza, zona via del Giordano-via Cadore (Quartiere 9) abbiamo concluso la serie di appuntamenti di ballo liscio, balli di gruppo e animazione nei quartieri cittadini. “Ballando Ballando”, una delle novità del programma 2017 di Rigenerazione Urbana, è stato un vero successo, una scommessa vinta. Moltissimi i cittadini che hanno approfittato di queste serate per uscire di casa e ballare con il duo Gianni e Cristiano Disco Liscio e il gruppo di animazione CremonaDance&co diretto da Renato Arisi.

L’esperienza di “Ballando Ballando” quest’anno ha coinvolto sei quartieri cittadini. Il debutto della manifestazione agli inizi di luglio al Quartiere 7 al Maristella per poi proseguire a San Felice (Quartiere 14), al Boschetto (Quartiere 2), al Parco Volontariato di via Caprera allo Zaist (Quartiere 6), a Borgo Loreto (Quartiere 5) e si è concluso ieri sera ai Giardini di via Argine Panizza (Quartiere 9). 

Fino ad ottobre tornano gli eventi della Rigenerazione. Novità: il liscio arriva nei quartieri

Tornano i concerti dalla casa di Stradivari in corso Garibaldi, la musica in largo Boccaccino, l’effetto domino con la danza in centro e i pianoforti per tutti in occasione di Mondomusica. E, novità del programma 2017, il ballo liscio arriva nei quartieri. Questi e molti altri gli appuntamenti previsti nel programma della Rigenerazione urbana, che abbiamo organizzato come Comune di Cremona (con un investimento 30mila euro), da maggio ad ottobre, e che si aggiunge ai moltissimi eventi promossi da diverse realtà cittadine che vedono la collaborazione dell’Amministrazione. Il calendario è stato presentato all’Assessore alla Città vivibile e Rigenerazione urbana Barbara Manfredini durante la Commissione Commercio e Turismo, presieduta dal consigliere Paolo Carletti, riunitasi oggi pomeriggio.

Il programma della Rigenerazione, che verrà integrato nel calendario di tutti gli eventi, comprende nel weekend del 26, 27 e 28 maggio il Festival delle scuole di musica “Musica ad Arte” della provincia di Cremona, a cura del Settore Politiche Educative. Nell’ultimo fine settimana di maggio, all’interno della Cult City Open night, in sinergia con Regione Lombardia, è anche previsto il primo dei cinque appuntamenti di Sguardo ConCorde, concerti dalla casa di Stradivari. Un sabato al mese (27 maggio, 17 giugno, 8 luglio, 26 agosto e 30 settembre), alle 18, Anastasiya Petryshak, Quartetto ConCorde e Daniele Richiedei si alterneranno dal balcone della casa del Maestro con le serenate che ormai da tre anni richiamano in corso Garibaldi centinaia di persone. Il 28 maggio va in scena nel cortile del Museo Civico “Ala Ponzone” lo spettacolo ‘Amor tenero arciero’ della Compagnia S. Giorgio e il Drago su musiche di Claudio Monteverdi e Luca N. Stradivari. Diverse le date della rassegna di band musicali in largo Boccaccino denominata ‘Musica al Largo’ e organizzata dal bar Quintino: 20 e 25 maggio, 1, 9, 16, 23 e 30 giugno, 6, 13 e 20 luglio sempre alle ore 21. Novità di quest’anno l’iniziativa “Ballando Ballando”, sono gli appuntamenti di ballo liscio nei quartieri, dal  26 giugno al 7 agosto, con il coinvolgimento del duo Gianni e Cristiano Disco Liscio e il gruppo di animazione CremonaDance&co diretto da Renato Arisi.

Sabato 10 giugno e sabato 16 settembre, in piazza Marconi, appuntamento estivo con i mattoncini “Bricks Street”, in collaborazione con il Museo del Violino, e sabato 16 settembre Effetto Domino in corso Campi e corso Garibaldi. La Rigenerazione urbana arriva anche all’Arena Giardino con CremonaDance&co e Vitien impegnati in un doppio spettacolo il 10 giugno e l’11 giugno alle ore 21.

Per quanto riguarda la musica da segnalare: mercoledì 14 giugno alle ore 18 il concerto della Orchestra giovanile di Palo Alto California in gemellaggio con l’Orchestra giovanile Mousikè di Cremona in cortile Federico II, il 14 settembre l’esibizione di Magica Musica, l’orchestra di 18 ragazzi speciali, in piazza del Comune e, nel weekend di Mondomusica (29 e 30 settembre e domenica 1° ottobre), il ritorno di  Suonami, pianoforti per tutti e del grande piano in centro storico.

Spazio anche al teatro con il progetto condotto in sinergia con il Coordinamento Teatro e quest’anno dedicato a Claudio Monteverdi in occasione dei 450 anni dalla nascita. In largo Boccaccino, per tre serate, si alterneranno Enrico Tomasoni e Giuppi Cavagnoli nello spettacolo dal titolo Recitarrivoluzione (15 settembre), The OSB in Monteverdi e il musical..una strana coppia! (16 settembre) e Daniela Coelli e Alessia Vicardi in Assenza di Valeria Parrella (17 settembre). Rassegna di teatro anche al quartiere Zaist con sei serate di spettacoli e rinfresco (dalle 18.30 alle 21) al Polo Ghisiotto con Fabio Boccoli (21 maggio), Giano (28 maggio), Compagnia delle Muse (4 giugno), Primadonne (10 giugno), Massimiliano Pegorini (18 giugno) e Quartaparete (25 giugno).

Corso Garibaldi si conferma come luogo per gli eventi dedicati ai più piccoli con giochi in strada e laboratori a cura di Sogni di Carta (7 e 21 giugno, 5, 8, 12, 19 e 26 luglio dalle 16.30 alle 19) e l’animazione curata dall’Associazione Culturale EmmeCi: riuso creativo di materiale di recupero e storie raccontate con giocattoli in programma il 30 giugno, 7, 21 e 28 luglio alle ore 16.30. Anche quest’anno, in collaborazione con ARCI Cremona, è in programma la Festa Europea della Musica: 17 e 21 giugno, alle ore 21, in piazza del Comune. Infine performance, laboratori e disegno dal vivo in corso Mazzini a cura del Centro Fumetto “A. Pazienza”, da giugno a settembre, dal titolo “Fumetti Urbani”.

#cremonaincentro: oltre 60 eventi, negozi aperti e sosta agevolata

Commercio: abbiamo scelto di costruire insieme, ma quali sono le proposte delle categorie?

L’analisi del Presidente dell’Ascom è un’analisi ampia ma che, a nostro avviso, rischia di generare confusione.

Cosa c’entra, ad esempio, la rigenerazione urbana, che significa progettare l’evoluzione di un tessuto, edificato e non, attraverso una serie di continui interventi, ricostruzioni e modifiche di funzione delle sue parti nel rispetto delle esigenze specifiche del contesto urbano, con i saldi?

Forse si pensa all’animazione urbana, agli eventi e agli arredi urbani allestiti e organizzati da maggio ad ottobre, ma, anche questi, poco hanno a che fare con le vendite dell’ultimo periodo.

Si cita il calo del turismo ma gli ultimi dati, quelli del 2015, dicono invece di una crescita delle presenze e dei pernottamenti negli alberghi della città.

Forse il Presidente Ascom fa riferimento alle presenze allo Iat, o meglio ad una tabella, ancora in fase di elaborazione e che verrà presto diffusa con i dati corretti, che è stata pubblicata dal quotidiano locale con dati non definitivi? Attendiamoli e poi valutiamoli, insieme, con attenzione e consapevolezza. Attenzione e consapevolezza che dovrebbero essere atteggiamenti propri di una classe dirigente della quale molti, anche il Presidente Ascom, sono parte.

E’ utile, ad esempio, affermare in maniera un po’ sbrigativa che, nell’ordine: il Museo del Violino non è riuscito a crescere, i 15mila visitatori della mostra Torriani non contano e le Celebrazioni Monteverdiane, finanziate da Governo e Regione, sembrano calate dall’alto e non porteranno a nulla?

A nostro avviso, al netto delle criticità e dei problemi che pure vanno giustamente evidenziati, sarebbe forse più produttivo considerare anche le positività e le potenzialità in atto: il ruolo sempre più importante di quell’istituzione culturale che è il Museo del Violino, la novità di una città che torna, dopo tanti anni, a produrre mostre e cultura, anche di concerto con altre istituzioni, pubbliche e private, con una nuova consapevolezza. Con un poco d’ambizione e con molta umiltà.

Il Presidente dell’Ascom accusa inoltre di un mancato recupero degli spazi vuoti. Non contano dunque i progetti per il riutilizzo e la riapertura, dopo anni, del palazzo Grasselli, voluto e ottenuto dal Comune e il rilancio del palazzo Affaitati come polo di cultura e sviluppo?

Forse, occorre ricordare, che tutte le iniziative legate al commercio e all’animazione del centro (la rigenerazione, così come il Natale, il programma cultura, i giovedì d’estate, ma anche la mobilità e la Tari) passano per il Distretto Urbano del Commercio, del quale l’Ascom fa parte, come soggetto protagonista, insieme ad altre categorie. A nostro avviso quella dovrebbe essere la sede a partire dalla quale avviare una riflessione che metta sul tavolo problemi e criticità, valorizzi le positività e analizzi con serietà ciò che non funziona individuando correttivi e soluzioni. 

Al termine della critica, soprattutto quando formulata dal Presidente dell’Ascom, ci si aspetta sempre una risposta costruttiva. La soluzione di tutti i problemi, proposta dall’Ascom, sembra essere la modifica della Ztl.

Non che questa sia un tabù, ma, anche qui, una revisione della Ztl dovrebbe partire da un’analisi seria dei risultati conseguiti. Ad esempio dovrebbe tener conto dei dati positivi ottenuti con la rotazione degli stalli, che equivalgono ad un maggior ricambio di auto che parcheggiano in centro.

Se la proposta è quella  di far parcheggiare i residenti del centro storico solo di notte, bisognerebbe valutarne attentamente la praticabilità, se si vuole trovare la giusta mediazione tra le esigenze dei commercianti e quelle di chi nel centro ci vive. Quando la Ztl era, contrariamente a tutte le altre città, aperta di giorno e chiusa di notte, i negozi sfitti forse non c’erano e i commercianti forse non si lamentavano?

Sui negozi sfitti è stato poi chiesto alle categorie di fare proposte per partecipare al bando regionale: quale è, ad esempio, quella di Ascom?

Dal Presidente, accanto all’analisi politica, ci si aspetterebbe anche un’analisi delle politiche commerciali dei negozi del centro, delle merceologie, dell’immagine condivisa del commercio in centro per attirare clienti. Un’Amministrazione comunale può organizzare moltissimi eventi per far rivivere il centro (e quella in carica lo sta facendo) e portare le persone davanti alla vetrine, ma poi lo sforzo deve essere anche per proposte commerciali accattivanti e di qualità. Moltissimi negozi del centro le fanno e moltissimi apprezzano il lavoro di animazione in atto, tanto da richiedere l’estensione di queste iniziative oltre il periodo fissato come nel caso di corso Garibaldi. 

Con l’apertura e la disponibilità al dialogo che ci contraddistingue, in conclusione, riteniamo che anche l’ampia analisi del Presidente dell’Ascom possa essere utilmente portata e discussa al Duc, che è il tavolo preposto ad approfondire, insieme ad altri soggetti, le strategie più utili per il commercio nella nostra città.

Rodolfo Bona, Enrico Manfredini, Filippo Bonali

Rigenerazione: Stradivari è tornato a casa e partono i concerti dal balcone

Inaugurazione all’insegna della musica per l’edizione 2016 di Rigenerazione Urbana. Venerdì 20 maggio, alle ore 18, con il primo concerto di “Sguardo con Corde” prende ufficialmente il via la rassegna che, fino ad ottobre, animerà il centro cittadino e non solo. Dal balcone della casa nuziale del Maestro Antonio Stradivari, in corso Garibaldi, la violinista Anastasiya Petryshak eseguirà i Capricci 21, 22, 23 e 24 di Niccolò Paganini. La via si trasformerà così in una platea a cielo aperto. Un appuntamento reso ancora più suggestivo anche dal fatto che, in mattinata, proprio davanti all’abitazione che per tredici anni ospitò il celeberrimo liutaio e la sua famiglia, abbiamo collocato la statua che in Largo Boccaccino era stata danneggiata e che abbiamo recuperato. Un’occasione per vivere lo spazio urbano come luogo di incontro e di socializzazione e che sarà accompagnata da un brindisi inaugurale organizzato ed offerto dagli esercenti di corso Garibaldi.

Da maggio ad ottobre arredi e oltre 80 eventi

Da maggio ad ottobre torna la Rigenerazione Urbana: arredi e oltre 80 eventi per animare il centro e non solo

Tornano gli arredi urbani con qualche interessante novità – quali, ad esempio, un red carpet con sedute intonate alla particolarecollocazione nonché la seduta con grande fioriera in largo Boccaccino – ed oltre 80 iniziative di animazione principalmente nelle tre postazioni individuate (corso Garibaldi, corso Mazzini, largo Boccaccino), ma con momenti anche nei musei cittadini e nei quartieri.

Questi alcuni spunti del terzo appuntamento con la Rigenerazione Urbana, iniziativa organizzata dal Comune di Cremona in sinergia con diverse realtà cittadine e di altri territori, che, da questo mese ad ottobre, animerà anche nel 2016 il centro cittadino e non solo. L’obiettivo del progetto, presentato in Commissione consiliare Commercio e Turismo e al Distretto Urbano del Commercio, è continuare ad offrire occasioni per tutti di transitare, di fermarsi e di godere del piacere di stare insieme, proponendo eventi per tutte le fasce d’età, favorendo la vivibilità e tutte le attività legate al commercio. Per questo nelle tre aree del centro verranno allestite libere postazioni di sosta pedonale, piattaforme o piazzole con sedute e padiglioni ombreggianti e spazi dedicati ai giochi per i bambini.

In corso Garibaldi è prevista l’inaugurazione del programma di animazione. Sabato 14 maggio alle 18 primo appuntamento con l’edizione 2016 di Sguardo conCorde, l’iniziativa delle serenate dal balcone della Casa di Stradivari che lo scorso anno ha riscontrato un particolare apprezzamento da parte di cittadini e turisti. Si terrà un concerto al mese, il sabato alle ore 18: così la via diventa una platea a cielo aperto, un balcone  si trasforma per l’occasione in palcoscenico. Sei appuntamenti in tutto, fino ad ottobre, i primi tre con la musicista Anastasiya Petryshak , già protagonista dell’edizione 2015, e gli altri tre con Daniele Richiedei, un eclettico giovane violinista che, a differenza di Anastasiya, propone  un repertorio diverso dal classico. Inoltre, sempre alla casa nuziale del grande maestro liutaio, il ricordo del matrimonio tra Antonio Stradivari e Francesca Ferraboschi e un racconto “fantastico” sulla bottega di Antonio dedicato alle famiglie.

Tanti gli appuntamenti per bambini e famiglie: in agenda laboratori, giochi e racconti con un’attenzione particolare al tema del riciclo. E allora, per esempio, una scopa di saggina si rigenera in una chitarra elettrica da concerto, vecchi fogli di giornale si trasformano in velieri e cappelli e bottiglie di plastica scartate magicamente diventano pesci. Testimonial di questi appuntamenti GLU GLU la nuova mascotte di Padania Acque presente per sensibilizzare grandi e piccoli sull’utilizzo dell’acqua potabile.

In corso Mazzini arriva l’angolo del Poeta con letture e bookcrossing, piccole oasi per ritrovarsi a leggere libri, in silenzio ma anche ad alta voce, e per scambiarsi liberamente storie.

Che Bande! è una delle novità di quest’anno: le bande infatti tornano ad animare il centro cittadino. Oltre ai concerti del Complesso Bandistico “Città di Cremona”, per la Rigenerazione urbana 2016 si esibiranno le Bande di Casalmaggiore, Ombriano e Leno.

Nel 2015 aveva riscontrato un vero successo, viene pertanto riproposta l’iniziativa Strada che vai, pianoforte che trovi, per musicisti, studenti, o anche solo curiosi. Nei giorni di MondoMusica, 30 settembre, 1 e 2 ottobre, di nuovo il “fuori salone” in città con una decina di pianoforti verticali colorati a disposizione di chiunque li voglia suonare, anche solo per un attimo, in totale libertà. La proposta avviene in collaborazione con l’associazione culturale Cieli Vibranti di Brescia.

Altra novità di quest’anno, in programma il 2 ottobre, un Grande Piano, uno strumento musicale che mette insieme musica, danza, didattica e gioco. La tastiera, lunga circa 7 metri, posata direttamente sul fondo stradale potrà essere suonata da tutti coloro che lo vorranno semplicemente camminando sui tasti, ballando e divertendosi.

Musica al Largo animerà ancora largo Boccaccino con il jazz, protagonista in altre serate anche al Museo Civico. Sempre al Museo Civico appuntamenti con gli aperitivi in musica: eventi con DJ e aperitivi musicali  “AcqueDotte” programmati prima di ogni serata di spettacolo del Festival che scorre dal lago al fiume e che, dall’8 luglio al 17 settembre, porterà a Cremona grandissimi artisti nazionali e internazionali come Dee Dee Bridgewater, Theo Croker, Hevia, Ute Lemper, Anthony Heinl, Moni Ovadia, Tango Spleen Orquesta.

Tornano anche Le Incursioni Teatrali con  le compagnie di teatro cittadine protagoniste  nel week end del 17-18 e 19 giugno in  luoghi diversi della città.  E non poteva mancare il Festival della Poesia “Summer Poetry Festival” il 19 giugno in piazza Antonella con reading continuo di poeti dalle 10 alle 23.

Per la gioia dei bambini, ma non solo per loro, entrano nel programma della Rigenerazione urbana 2016 i fantastici mattoncini con Cremona Bricks: l’appuntamento è sabato 18 giugno in corso Campi con Bricks Street.

In programma inoltre una magica serata di video painting in piazza Pace per dipingere con la luce i palazzi del nostro centro storico e diversi spettacoli di danza, teatro e ginnastica artistica.

La magia continuerà  l’11 giugno in largo Boccaccino, con MagicaMusica, orchestra di 26 ragazzi diversamente abili diretti da Piero Lombardi, e il 20 giugno in piazza del Comune  per la Festa Europea della Musica con LiberaMusica, orchestra speciale di 20 ragazzi di ANFFAS Cremona.

Rigenerazione Urbana farà tappa anche nei quartieri con Storie Girovaghe e Storie di una volta: cinque appuntamenti sui sagrati delle chiese o nelle aie di cascine della prima periferia, dedicati a grandi e piccoli.

Infine, anche proposte per scoprire la città. In collaborazione con CrArT (Cremona Arte e Turismo), percorsi programmati, sempre fino ad ottobre, per camminare lungo le strade della città alla scoperta di aspetti di Cremona poco conosciuti.

Sono solo alcuni cenni di un programma ricco e variegato – come ha spiegato l’assessore alla Città vivibile e alla Rigenerazione urbana Barbara Manfredini – che andrà dipanandosi per quasi sei mesi e coinvolgerà il centro ed i quartieri. Di tutto questo va reso merito all’intenso lavoro svolto da uno staff interamente rinnovato ed impegnato su vari fronti, un lavoro intersettoriale che naturalmente prosegue e che sarà costante per tutto il periodo di questo progetto giunto alla terza edizione. Desidero ringraziare il prezioso contributo dato da tutte le realtà coinvolte: una proficua collaborazione mossa dal desiderio condiviso di promuovere Cremona anche attraverso la creatività di tante persone.

LE COLLABORAZIONI

Arci Cremona
CrArT, Cremona Arte e Turismo
ProCremona
FoCr, Federazione Oratori Cremonesi
Giochi di Luce
Acid Studio
Musicart
EmmeCi
Ticonzero
Teperdue
Il Teatro di San Giorgio
Caffè del Museo
MagicaMusica e Piero Lombardi
LiberaMusica e Anfass
Centro Danza Vitien
Faber Teatro
Associazione Cieli Vibranti
Corpo Bandistico Ombriano
Banda Giovanile di Leno
Banda Società Musicale Estudiantina di Casalmaggiore
Kids&Us Scuola di Lingue specializzata per bambini
Gymnica Cremona
Soft Live Music
Miatralvia
PadaniaAcque
A.S.D. Bottom Up
Consulta Studentesca
Terre del Garda
FareLegami
Luca Zava
Sogni di Carta
Timpetill
Associazione Latino Americana
Solo Quanto Basta
Quinto
Centro Fumetto Andrea Pazienza
Don Chisciotte
Cremona Bricks

SCARICATE IL DEPLIANT CON TUTTI GLI EVENTI

Uno staff sui quartieri e potenziamento del sociale e della manutenzione: correttivi all’organizzazione del Comune

Dal 1° gennaio 2016 nuove modifiche all’assetto del Comune. Abbiamo fatto la prima significativa riorganizzazione della macchina comunale a luglio 2014. In quell’occasione, a solo un mese dall’insediamento, abbiamo ridisegnato l’assetto costituendo 5 aree e 11 settori, diminuendo il numero di dirigenti, con l’intento di apportare semplificazione, efficienza e risparmio.

Ora, accertata la sostanziale funzionalità dell’assetto del luglio 2014, abbiamo deciso di apportare alcuni correttivi con l’obiettivo di rendere le strutture dell’Ente più operative, efficaci e funzionali al raggiungimento degli obiettivi strategici definiti nelle linee programmatiche.

Ecco le modifiche più significative:

– con l’obiettivo di investire in un settore fondamentale come quello del Welfare, chiamato a dare riscontro a richieste in crescita e a stakeholder sempre più diversificati, abbiamo istituito all’interno del Settore Politiche Sociali i servizi “Gestione Integrata e Processi ” e “Sociale Territoriale e Pois” che si aggiungono al servizio già presente, ma ridenominato “Centro per la Comunità, Beni Comuni, Quartieri e Periferie”;

– per creare un adeguato, trasversale e sistematico supporto all’importante attività comunale sui quartieri abbiamo costituito uno vero e proprio Staff Quartieri e Periferie che troverà un riferimento presso il servizio “Centro per la Comunità, Beni Comuni, Quartieri e Periferie” e sarà composto da referenti di vari settori comunali;

– per garantire un più incisivo intervento nell’ambito della piccola manutenzione e migliorare efficienza, efficacia e tempi di risposta abbiamo potenziato l’unità operativa manutenzione all’interno del Settore “Progettazione, Rigenerazione Urbana e Manutenzione” con l’istituzione di un apposito “Servizio Manutenzione Interventi alla Città”;

– per gestire in modo trasversale la ripresa in carico da parte del Comune dell’edilizia di proprietà comunale attualmente in gestione ad Aler, abbiamo individuato apposite unità operative all’interno dei Settori “Centrale Unica Acquisti Avvocatura , Contratti , Patrimonio”, “Servizi Sociali” e “Progettazione, Rigenerazione Urbana e Manutenzione”;

– per potenziare e rendere strutturale l’attività di rigenerazione urbana, abbiamo ridefinito l’Ufficio progettazione e rigenerazione urbana in Servizio;

– per valorizzare da una parte la programmazione e progettazione del verde cittadino e rendere più strutturale la fase gestionale e tecnica del Servizio Cimitero e Polo della cremazione abbiamo individuato due centri di responsabilità separati: “Servizio Progettazione Verde – Protezione Civile e RSPP” e “Servizio Cimiteri Civici e Polo Cremazione”;

– per favorire programmazioni urbanistiche in ottica sovracomunale abbiamo ricollocato le competenze dell’Unità di Staff Urbanistica in capo al Settore “Sviluppo Lavoro, Area Omogenea ed Ambiente”;

– per garantire procedure di erogazione dei servizi certificati e standard di qualità, abbiamo assegnato le competenze al Servizio Sviluppo e Organizzazione nell’area del Segretario Generale.

Con questa riorganizzazione, si confermano dunque le cinque aree complessive della prima riorganizzazione. Vengono individuati 9 settori, 3 unità di staff e 32 servizi che corrispondono ad altrettante Posizioni organizzative: 8 quelle nuove che verranno individuate tramite procedura comparativa tra gli interessati.

La riorganizzazione di luglio 2014: inizia un percorso da fare insieme

Rigenerazione urbana, il programma dell’animazione culturale fino a domenica

MERCOLEDì 22 LUGLIO
corso Garibaldi – ore 17.30
Riciclando – Arcimboldi di carta con materiale di riciclo – A cura di TiConzero e EmmeCi

Primo appuntamento con i laboratori di Ticonzero in collaborazione con EmmeCi: Arcimboldi di carta, ispirato a Double Face, di Gianpaolo Pagni (Corraini edizioni). Il laboratorio permetterà di sperimentare alcune delle più divertenti interpretazioni del volto umano, scegliendo tra le infinite possibilità su come assemblare la propria opera. Double face è un’inesauribile serie di variazioni sui volti umani. Ogni faccia è “doppia” perché può essere osservata in entrambi i sensi di lettura del libro, senza un alto e un basso, senza un inizio e una fine. Capovolgendola, cambia espressione in modo curioso e inaspettato, e ogni dettaglio si rivela duplice nei suoi possibili significati… Allegre, misteriose, spettinate, altezzose, enigmatiche, euforiche, stralunate… le sagome dei volti diventano specchi di ogni possibile espressione del viso (tratto da Double Face)

Fumetto dal vivo con gli autori del Centro Fumetto “Andrea Pazienza” 

GIOVEDì 23 LUGLIO
Largo Boccaccino – ore 21
Musica al largo

Una piccola orchestra da viaggio a bordo di un piroscafo d’altri tempi: l’Espresso Atlantico, si dirige a velocità di crociera verso i più lontani e misteriosi approdi sonori del globo. A tracciare la rotta fra ritmi caraibici, suoni gitani, tango, classica e sensazioni orientali sono il pianista, compositore e cantante Andrea Gattico, con una spiccata predisposizione per il varietà e gli spettacoli teatrali, e la violinista Mayumi Suzuki, un’autentica giapponese trapiantata in Italia specialista in ogni stile, supportati dalla sezione ritmica formata dal percussionista Vito Miccollis con il contrabbassista Marco Piccirillo. L’orchestra da viaggio Espresso Atlantico a ad un’esplorazione musicale intercontinentale, non senza suggestioni retrò, ed unisce un’espressività unica e coinvolgente ad un carosello di melodie che richiamano i programmi delle orchestre di bordo di antichi transatlantici.

Venerdì 24 luglio
corso Mazzini – ore 19

Circuito BraniUrbani by ExRaffineria
Il Caffè dei treni persi
Brothers
Francesco Loro – voce, chitarre, mandolino
Antonio Renna – flauto, ottavino
Gabriele Palumbo – violino, diamonica
Giacomo Rubin – chitarre, xilofono
Vincenzo Germano – bassi, contrabbasso
Jonathan Sanfilippo – batteria, percussioni 

La band bolognese nasce ufficialmente alla fine del 2007 riunendo musicisti da esperienze e percorsi musicali diversi. Nel 2008 realizza il primo mini cd auto prodotto contenente quattro canzoni dell’oramai vasto repertorio originale del gruppo e raccogliendo apprezzamenti dalla critica e dal pubblico. Nel dicembre 2009 inizia la collaborazione con il cantautore bolognese Germano Bonaveri che segue come produttore artistico la band nella realizzazione del nuovo EP “Nel frigo cantano le cocorite”. A gennaio del 2010 il Caffè entra nella “famiglia” della trasmissione Demo Rai su Radio 1, che li seguirà nei successivi lavori. Nel 2012 iniziano la produzione del nuovo album, “Un collasso del tutto indisturbato”, in uscita in gennaio 2013, e che vede la partecipazione di Cisco, ex voce dei Modena City Ramblers. Negli anni Il caffè dei treni persi continua a viaggiare, toccando palchi e manifestazioni in tutta Italia, talvolta aprendo concerti di importanti band e musicisti della scena dei cantautori italiani come Modena City Ramblers, Ron, Daniele Silvestri, Nobraino e passando su radio locali e nazionali. La band negli anni ha inoltre dato sfogo anche alla sua “vena buskers” partecipando a manifestazioni di strada tra le quali sicuramente spicca il Buskers Festival di Ferrara.

corso Garibaldi – ore 21.30 (cortile di Palazzo Trecchi, Festival Acque Dotte)
Elio & Roberto Prosseda – La Laguna di Venezia 

Elio, uno dei più geniali e creativi artisti italiani, si rimette in gioco con questo progetto originale che lo vede nella veste di cantante e attore al fianco di un grande pianista qual è Roberto Prosseda. Il titolo del programma, preso a prestito da uno dei “Péchés de vieillesse” di Rossini, rende omaggio al tema dell’acqua, baricentro del festival, ma soprattutto è il punto di partenza di una scorribanda nel mondo della lirica e del melodramma, naturalmente ltrato attraverso la sorprendente lente di Elio.

SABATO 25 LUGLIO
Largo Boccaccino – ore 21
La Pubblica Opinione
Coro Ponchielli Vertova
M° del Coro al pianoforte Patrizia Bernelich

Viaggio semiserio tra i capolavori musicali nati dalla satira della Belle Epoque e sullo sfondo Verista. La ” Pubblica Opinione” è un luogo comune che unisce non solo l’Italia ma l’Europa (ed oltre) da Nord a Sud. E’ un modus vivendi che celebri musicisti come Mascagni,Puccini,Offenbach hanno trattato con levita’ diversa. E’ un condimento della Vita, a volte dolce, a volte assai amaro, ma che, declinato in ogni possibile sfumatura, crea curiosità e retroscena. Ne verra’ offerto un bell’affresco tratto dalle celebri opere Cavalleria Rusticana, Madama Butterfly, Orfeo all’inferno. Sarà questa serata anche l’occasione per dedicare un pensiero commosso e affettuoso al maestro Alberto Bruni recentemente scomparso.

DOMENICA 26 LUGLIO
corso Garibaldi – ore 17
Summer Campus 2015

Concerto degli allievi e dei docenti del corso di violino, viola, violoncello e contrabbasso tenutosi a Palazzo Mina Bolzesi a cura dell’Academia Cremonensis e dell’Accademia del Violino di Verona – Direttore B. Broz.

Rigenerazione urbana: giocoleria in corso Garibaldi, musica in largo Boccaccino e corso Mazzini

Ecco in dettaglio il programma dell’animazione culturale per i primi giorni del progetto di Rigenerazione urbana in corso Garibaldi, corso Mazzini e largo Boccaccino. Un momento ufficiale di apertura è previsto alle ore 18 in corso Mazzini con l’Assessore alla Città vivibile e Rigenerazione urbana Barbara Manfredini.

SABATO 18 LUGLIO
Corso Garibaldi – ore 18
Lime Teatro – Atto I: comico round

Spettacolo di giocoleria comica, acrobatica ed interazione col pubblico adatto a tutte le età. Un round in bianco e nero con travestimenti, tradimenti e sfide per far breccia nel cuore di uomo. Passi a due, scherzi, incidenti e passaggi acrobatici. Numeri di giocoleria a ritmo di jazz: le clave passeranno di mano in mano, verranno rubate con astuzia e velocemente restituite. Sarete condotti in un gioco raffinato con riferimenti al cinema muto ed immancabili coinvolgimenti del pubblico. La durata: 45′ / 50′.

Corso Mazzini – ore 18
Brani Urbani by Exraffineria
Johnny Fishborn – The Strain
opening: Long QT Syndrome

“BRANIuRBANI” è una rassegna/festival di musica indipendente cremonese. Come la vita quotidiana e la socialità, anche la creatività spontanea cittadina torna per strada e ritrova un suo spazio e il contatto con gli ascoltatori che con essa condividono la provenienza. Una serie di doppi concerti acustici, ciascuno con un protagonista cremonese (artista singolo o band) ed un ospite ‘forestiero’, in un’ottica di scambio artistico e geografico per liberare l’arte dai confini delle mura e allo stesso tempo ‘riscoprire’ la propria musica a km0.

Largo Boccaccino – ore 18
Blues al largo con i Blues Around

Il nome che hanno scelto per la loro band non significa altro che “La vita attorno”, infatti Blues è tutto quello che ci gira intorno, l’amore e il dolore, la compassione e l’odio, la sofferenza e la gioia di vivere. La band nata nell’agosto 2012 ha la voce di Andrea Bolzoni, vecchia conoscenza del Blues Cremonese come cantante e armonicista dei Crossin’Cat. Voce calda e presenza istrionica capace di raccontare le storie del Blues coinvolgendo anche il pubblico meno avvezzo al genere. Al basso il cosentino Mario Cucumo, polistrumentista con un sacco di esperienza sulle spalle e le idee chiare sul come far musica. Grande ironia pari solo alla precisione con cui disegna le linee armoniche dal suo strumento. Al Cajon il giovane salentino Vito De Angelis, immerso nelle sue sperimentazioni sulle percussioni. Alla chitarra il più anziano della band, suo malgrado, Giancarlo Fazzi, compagno di mille avventure con Andrea nei Crossin’Cat. Come lo definiscono gli amici musicisti “il chitarrista anomalo” perché suona con volumi bassi. Il suo motto: poche note ma buone.”

Largo Boccaccino – ore 21
Quartetto Bazzini
“STAI LEGGIERO”

Il Quartetto d’archi Antonio Bazzini nasce nel 2010 dall’incontro di tre musicisti diplomati al Conservatorio Luca Marenzio …di Brescia (i violini Daniela Sangalli e Lino Megni e la violista Marta Pizio) con il violoncellista cremonese Fausto Solci. L’intento è quello di riscoprire il repertorio ingiustamente dimenticato del compositore bresciano Antonio Bazzini, grande virtuoso del violino, insegnante di composizione (fra gli altri di Giacomo Puccini) e, per molti anni, direttore del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.

MARTEDì 21 LUGLIO
Largo Bocaccino – ore 19
Meraviglioso
Poesie e musica di e con G. Ruggeri e L. Colace

Questo è solo l’inizio di un ricco programma di eventi che, sino a fine settembre, caratterizzerà questo secondo progetto di rigenerazione urbana promosso dal Comune e condiviso con il Distretto Urbano del Commercio, professionisti e commercianti. L’obiettivo è quello di offrire occasioni per tutti di transitare, di fermarsi e di godere del piacere di stare insieme in zone del centro cittadino, proponendo eventi per tutte le fasce d’età e favorendo vivibilità e commercio. Per questo nelle tre aree del centro vengono allestite libere postazioni di sosta pedonale, piattaforme o piazzole con sedute e padiglioni ombreggianti e spazi dedicati ai giochi per bambini. La volontà è infatti accrescere la specifica vocazione “pubblica” e l’assetto pedonale delle tre zone individuate, rendendole idonee ad ospitare attività di rivitalizzazione e animazione, facendole diventare poli di interesse da parte di fruitori, cittadini e turisti.

SCARICA IL PROGRAMMA
Lavori in corso per la Rigenerazione urbana: arredi, animazioni e mobilità
12