Ex Mercato Ortofrutticolo: lavori per messa in sicurezza e pulizia dell’area retrostante. E riprende l’abbattimento dell’ex Macello dopo la bonifica!

Lavori in corso all’ex Mercato Ortofrutticolo. Aem, in sinergia con il Comune di Cremona, sta eseguendo l’abbattimento di alcune tettoie fatiscenti e pericolose e sta ripulendo la vasta area dietro la palazzina dove in questi anni hanno trovato sede il Centro del Riuso gestito dall’Associazione Amici di Emmaus e la Filiera corta solidale.

Inoltre, Aem abbatterà il vecchio muro di cinta (anche questo pericolante) che costeggia via del Macello e lo sostituirà con una nuova recinzione. I lavori sono eseguiti dalla ditta M.G. Costruzioni.

L’ampio spazio recuperato dietro la palazzina dell’ex Mercato Ortofrutticolo in prospettiva verrà adibito a parcheggio, attrezzato e gestito da Aem, a servizio del Polo Tecnologico e di tutto il comparto che in questi anni sta vivendo un vero e proprio rilancio.

Intanto, vicino all’ex Mercato, la prossima settimana, dopo la bonifica resasi necessaria per il ritrovamento di amianto, riprenderà l’abbattimento dell’ex Macello, in disuso da 20 anni, e nei prossimi giorni verrà aperto il bando per la vendita dell’area a favore di nuovi insediamenti. Il futuro parcheggio servirà, dunque, le imprese già insediate e che si insedieranno in questo comparto.

Ma non abbiamo finito. Dopo la sistemazione dell’area retrostante, ci interessa lavorare per un progetto importante di riqualificazione della palazzina dell’ex Mercato affinché diventi una Cittadella dell’economia solidale.

Lavoro: abbattiamo l’ex Macello e attiriamo investitori
Inaugurato il Polo Tecnologico, già al lavoro sul comparto di sviluppo

Lavoro: abbattiamo l’ex Macello e attiriamo investitori. Verso il comparto dello sviluppo!

A meno di un anno dall’inaugurazione del Polo delle Tecnologie, continuiamo la grande opera di riqualificazione e di rilancio dell’area posta tra via del Macello e via Persico. Alla presenza del Presidente di Aem Cremona S.p.A. Massimo Siboni, della Vice Sindaco Maura Ruggeri e dell’Assessore al Territorio Andrea Virgilio, abbiamo dato il via alla demolizione del comparto dismesso da oltre 20 anni dell’ex Macello, un’area di 20mila metri quadrati di proprietà del di Aem Cremona. 

L’intervento, che consiste nella demolizione di tutti i fabbricati comprese le recinzioni, le vasche e i manufatti di cemento armato, durerà circa 60 giorni ed è stato preceduto da una bonifica dall’amianto che era presente nell’area. A compensazione delle alberature che saranno abbattute per consentire la riqualificazione verranno messi a dimora oltre 200 nuovi alberi.

Una grande operazione di lavoro e di sviluppo. Continuiamo a rilanciare questa area a meno di un anno dall’insediamento del Polo Tecnologico e avendo attuato degli incentivi proprio per favorire anche qui nuovi insediamenti. È un’altra zona della città che stiamo facendo rivivere!

L’operazione all’ex Macello, che abbiamo fortemente voluto come Amministrazione comunale insieme ad Aem, si inserisce nel piano di sviluppo dell’intero comparto dove già si è insediato il Polo delle Tecnologie. Sull’area dell’ex Macello, per consentire di attrarre nuovi investitori, abbiamo recentemente adottato delle importanti agevolazioni fiscali con l’obiettivo di realizzarvi, proprio insieme al Polo Tecnologico, un vero e proprio comparto dello sviluppo. Una volta terminati i lavori di demolizione, Aem provvederà ad aprire un bando pubblico per la vendita dell’area.

Inaugurato il Polo Tecnologico: già al lavoro per il comparto di sviluppo!

Ex Macello, lotto 2 venduto a Polo Verde srl. E Aem acquista 400 mq del nuovo edificio ‘green’

L’area denominata lotto 2, di 10mila metri quadrati nel complesso dell’ex Macello comunale, accanto al Polo Tecnologico, è stata venduta da Aem Cremona Spa a Polo Verde srl, unico offerente, società presieduta da Roberto Baioni. 

L’alienazione è avvenuta a seguito di una procedura di asta pubblica al prezzo di 3.211.ooo euro (il costo a base d’asta era di 3.200.000 euro). Sull’area come Comune abbiamo lavorato con la vicesindaco Maura Ruggeri e l’Assessore Andrea Virgilio per incentivi e facilitazioni all’insediamento.

L’edificio che verrà costruito, della superficie complessiva di circa 9.500 metri quadrati, dovrà – per bando – avere determinati requisiti prestazionali fra i quali: strutture REI 120; struttura antisismica; elevati requisiti acustici passivi; classe Energetica ≥ A2; edificio a energia quasi zero (certificato NZEB); edificio progettato e realizzato per coprire tramite fonti rinnovabili una percentuale dei consumi previsti per acqua calda sanitaria, riscaldamento e raffrescamento; allacciamento alla rete del Teleriscaldamento della città per la produzione dell’energia complessivamente necessaria per il ciclo invernale (riscaldamento), e in quota parte anche per il ciclo estivo (raffrescamento), con contemporanea produzione di energia da fonte geotermica e fotovoltaica.

Aem si impegna, come previsto nel bando, ad acquistare 400 mq nel nuovo edificio’green’ per un valore di 800mila euro. Un impegno importante che dimostra il fatto che anche Aem vuole essere protagonista in un comparto della città che rinascendo, favorendo l’insediamento di imprese e il lavoro che rimane e cresce in città,lavoro innovativo e aperto ai giovani, tutto con una forte attenzione all’ambiente e alla sostenibilità. Il nostro grazie agli imprenditori coinvolti: siamo molto contenti che ci siano imprenditori che investono in città. A loro garantiamo, come sempre, il nostro sostegno.

L’area, dopo essere stata bonificata dall’amianto, in questi giorni è oggetto di un lavoro importante, realizzato da Aem, di abbattimento strutturale per poter consegnare lo spazio pulito e sgombro al nuovo acquirente.

Ex Mercato Ortofrutticolo: lavori per messa in sicurezza e pulizia dell’area sottostante
Lavoro: abbattiamo l’ex Macello e attiriamo investitori