Galimberti incontra ferrovieri e pendolari

Doppio confronto sui problemi ferroviari della città. Il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra Gianluca Galimberti, venerdì incontrerà, infatti, ferrovieri e pendolari cremonesi.



Doppio confronto sui problemi ferroviari della città. Il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra Gianluca Galimberti, venerdì 7 marzo incontrerà, infatti, un gruppo di ferrovieri (alle 17.30) e, in un incontro pubblico, alcuni pendolari cremonesi (alle 21). Entrambi gli appuntamenti al Dopolavoro Ferroviario per affrontare le problematiche del settore e riflettere sulle progettualità.

All’incontro dei pendolari già confermata la partecipazione di rappresentanti del Comitato Inorario (linea Mantova-Cremona-Milano) che sul proprio sito hanno pubblicato una nota: “Al di là della “partita politica” – hanno scritto – riteniamo giusto partecipare e portare all’attenzione dei media tutto quanto sta avvenenedo negli ultimi periodi e che ormai sta iniziando a diventare una brutta consuetudine (soppressioni, ritardi, sovraffollamento ecc). Potremo ufficialmente dire la nostra su come la pensiamo sul “nuovo” treno, tanto decantato da tutti come una conquista incredibile, ma che a noi lascia più di qualche dubbio, per le già note problematiche”. Attesi anche pendolari di altre linee, come la Cremona-Brescia o la ex Cremona-Piacenza.

“Sulle ferrovie – è scritto nel progetto di Fare nuova la città – dobbiamo combattere una grande battaglia insieme, per migliorare i collegamenti a vantaggio dei nostri concittadini che ogni giorno si spostano. Occorre pensare a migliori collegamenti con i centri di riferimento dei treni veloci per Roma. Servono più carrozze e pretendiamo che per i treni previsti da anni sia definita la loro assegnazione al nostro territorio entro tempi programmati. Pretendiamo anche che un progetto di treni veloci di investimento sia realizzato: occorre ripensare il sistema orario a partire proprio dalla presenza indispensabile di treni veloci per Milano in orari adeguati. Riguardo al raddoppio di parti della linea, occorre continuare le azioni già avviate a livello regionale e implementarle”.

Vai all’articolo pubblicato sul sito di Inorario

Share on Facebook38Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone