Galimberti al centro islamico: ‘Più dialogo e partecipazione’

“Se impariamo a parlarci, a partecipare di più alla vita dei quartieri e della città, riusciamo a innescare motori positivi di cambiamento”. Il candidato sindaco del centrosinistra, nel tardo pomeriggio di sabato, si è recato al centro islamico 'La Speranza' di via San Bernardo.



“Se impariamo a parlarci, a partecipare di più alla vita dei quartieri e della città, riusciamo a innescare motori positivi di cambiamento”. Il candidato sindaco del centrosinistra, nel tardo pomeriggio di sabato, si è recato al centro islamico ‘La Speranza’ di via San Bernardo, recentemente inaugurato. Dopo aver assistito alla preghiera, si è confrontato con i presenti sulle problematiche della città di Cremona, a partire dai numerosi interventi. “Grazie per avermi accolto – ha detto Galimberti – Sono qui per ascoltare perché per me la relazione tra le persone e il dialogo sono fondamentali. Abbiamo origini diverse e diverse religioni, ma ci accomuna il desiderio di una città bella in cui si vive insieme”.

Il candidato sindaco del centrosinistra ha affrontato i temi del lavoro, della scuola come “luogo in cui i nostri figli imparano a stare insieme”, della casa, dell’integrazione in quartieri con presenza elevata di  stranieri come il Cambonino. E ancora, ha parlato di alta formazione e ricerca, rifiuti, manutenzione, giovani.

“L’integrazione passa attraverso l’essere cittadini – ha detto ancora Galimberti – Non dobbiamo avere paura di di parlarci. Tutti dovremmo conoscerci un po’ di più. Per il bene dell’intera città”.


Galleria fotografica


Share on Facebook17Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone