Abbattiamo le barriere culturali: convenzione con Anffas per le “guide per tutti”

Abbiamo firmato una convenzione con Anffas per facilitare l'accesso all'informazione delle persone fragili.



Rendere possibile il superamento delle barriere comunicative e di informazione che ad oggi precludono ad alcuni la comprensione dei testi scritti. Questo l’obiettivo della convenzione firmata questa mattina con Luigi Ferrari, Vice Presidente di Anffas Cremona Onlus, alla presenza dell’Assessore alla Vivibilità sociale Rosita Viola e Marina Volontè, responsabile del Servizio Programmazione attività del Sistema Museale.

Abbiamo così formalizzato un percorso già sperimentato in occasione della mostra su Janello Torriani e di quella dedicata al Genovesino, quando venne redatto in linguaggio facilitato il materiale illustrativo delle due esposizioni e furono effettuate anche visite guidate a cura dei ragazzi dell’Anffas. Un percorso che ora prosegue con la predisposizione di materiale per la mostra dedicata al Premio Cremona e per il Porte Aperte Festival.

Come Sistema Museale intendiamo infatti dotarci di risorse che migliorino l’accoglienza di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, avvalendoci delle specifiche competenze di Anffas Cremona Onlus anche grazie al diretto coinvolgimento di persone disabili in alcune attività quali, ad esempio, la traduzione nel linguaggio facile da leggere e da capire del materiale informativo prodotto.

Anffas Cremona Onlus ha partecipato ad un importante progetto europeo sul “linguaggio facile da leggere e da capire” chiamato Pathways II che consiste nell’utilizzo di un linguaggio che aiuta le persone a leggere e capire le informazioni difficili. Il progetto “Pathways II – Creazione di percorsi di formazione permanente per persone con disabilità intellettiva”, promosso da Inclusion Europe (Associazione Europea di persone con disabilità intellettiva e delle loro famiglie), viene portato avanti per l’Italia da Anffas Onlus per diffondere la formazione permanente degli adulti con disabilità intellettiva oppure relazionale, nonché il linguaggio “facile da leggere”, strumento indispensabile per avere reali pari opportunità nella nostra società. Questo metodo, attraverso linee guida, detta regole generali per l’informazione scritta: grafica e formato, scrittura, parole, frasi, testo scritto, aspetto che dovrebbe avere il testo, illustrazioni.

L’esperienza di Anffas Cremona Onlus nell’utilizzo del metodo chiamato Informazione per tutti, che parte dalle linee guida europee per rendere accessibili testi, regolamenti, manifesti, delibere, viene così messa a disposizione del Comune di Cremona anche per la comunicazione pubblica e culturale.


Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Email this to someone